Menu Chiudi

A volte tornano

A volte tornano.

Advertisment

A volte certi dinosauri della prima repubblica calcistica pensi fossero scomparsi ed invece eccoli di nuovo a pontificare.

In un intervista Franco Carraro, ex presidente della FIGC, in una trasmissione televisiva (La Signora in Giallorosso) bacchetta la Juventus, rea di reclamare ingiustamente i due scudetti revocati a tavolino dopo Calciopoli:
“Nel 2004 commisi un errore di politica sportiva, volevo sostituire Bergamo e Pairetto con Collina, il quale rimandò il passaggio a designatore. Avrei evitato lo scandalo, però mi dimostrai pigro. Non la chiamerei Calciopoli, ma arbitropoli, almeno stando alle sentenze attuali. La responsabilità oggettiva è un male necessario nello sport: il comportamento dei dirigenti della Juve non offusca il valore della società, ma oggi i bianconeri sbagliano a considerare nella propria bacheca 29 scudetti. Così l’Inter potrebbe chiedere anche lo scudetto del rigore su Ronaldo e la Roma quello del fuorigioco di Turone. La Juve fa parte di un sistema, quindi gli scudetti sono 27?.

Prima un po di amarcord. Lo conoscete il curriculum di Franco Carraro? Eccone uno stralcio (Fonte Wikipedia):

“La figura di Franco Carraro è legata a molti aspetti controversi, a causa del suo doppio ruolo di banchiere e dirigente sportivo, per il fatto di essere molto vicino ai gruppi bancari che controllano alcune società calcistiche, come ad esempio Capitalia (che, mediante Italpetroli controlla la Roma, ed è anche creditrice del Parma) e Mediocredito, di cui era ed è tutt’ora presidente. Mediocredito è la società del Gruppo Capitalia ed è stata uno dei maggiori azionisti di alcune società di Serie A e B, come Roma, Napoli, Perugia e Lazio, consentendo al club biancoceleste di iscriversi al campionato 2002-2003 nonostante un debito di 110 milioni di euro: al mattino Carraro, nelle vesti di presidente di Mediocredito, garantì la ricapitalizzazione, mentre la sera stessa, nelle vesti di presidente federale, ne certificò l’iscrizione.
L’economista Victor Uckmar affermò che la situazione finanziaria del calcio italiano, durante la gestione Carraro, era peggiorata; Carraro in un primo momento lo smentì, affermando che il calcio italiano non era messo malissimo, salvo poi affermare che molte società avrebbero dovuto fallire, ma che non era il caso di prendere provvedimenti per le eventuali reazioni degli ultrà.”

Bella questa! Ci torneremo dopo.

Advertisment

Comunque in data 8 maggio 2006, con il delinearsi dello scandalo del calcio italiano del 2006, Carraro si dimise da presidente della FIGC perchè coinvolto nello scandalo, in quanto venne intercettato mentre parlava con il designatore arbitrale Paolo Bergamo, pregandogli di favorire a livello arbitrale la Lazio, fu squalificato per 4 anni e 6 mesi nella sentenza della CAF (primo grado), per poi essere multato di 80.000 € nella sentenza della Corte federale.
A livello penale il 29 maggio 2009 è stato prosciolto dall’accusa di frode sportiva. (fonte wikipedia).
Da che pulpito potremmo dire.

Sui 29 scudetti potremmo parlare per ore e scrivere miliardi di pagine. Non entrerò nel merito. Da Juventino per me sono 29. Per qualcun altro sono 27. Opinioni. Come si può credere in Dio o in Mammona.

Ma sentirmi dire “oggi i bianconeri sbagliano a considerare nella propria bacheca 29 scudetti. Così l’Inter potrebbe chiedere anche lo scudetto del rigore su Ronaldo e la Roma quello del fuorigioco di Turone” se permettete mi fa girare le balle.

E di brutto anche.
Egregio sig. Carraro potrebbe gentilmente spiegare a me e ad altri 14 milioni di tifosi cosa centrano adesso il rigore su Ronaldo o “er gol de Turone?”
Ma siccome siamo a Natale voglio essere buono allora io gliene faccio un’altra: con il metro di giudizio da Lei proposto allora la Juve non dovrebbe richiedere indietro lo scudetto scippato nella gara di pallanuoto di Perugia dove guarda caso arbitrava il suo arbitro preferito?

Oppure non dovrebbe riavere lo scudetto 2000/2001 quando le regole sugli extracomunitari cambiarono in corsa avvantaggiando proprio la Roma che vinse la sfida scudetto con un gol di Nakata, giocatore che non avrebbe potuto giocare con le regole in vigore solo 2 giorni prima della sfida?

Ah… ma la Roma era del gruppo Unicredit e Wikipedia scrive che lei era molto vicino alle società del gruppo … Ahi ahi …Boccaccia mia …. È meglio che sto zitto va.
Torno un attimo sulla frase “molte società avrebbero dovuto fallire, ma che non era il caso di prendere provvedimenti per le eventuali reazioni degli ultrà”
Col senno di poi credo avremmo dovuto mettere l’Italia a ferro e fuoco nel 2006, ma un’informazione di parte e una FGCI schierata ci fecero credere che quella Juve non vinceva perché stratosferica ma per i maneggi di Moggi & Co. E ci abbiamo creduto. Io ci ho creduto, lo ammetto.
Nel 2006 abbiamo sbagliato ma per ignoranza. Ora caro Carraro non siamo più nell’ignoranza. Abbiamo saputo come stavano le cose e come sono andate le cose e pertanto le diciamo solo una cosa, a lei e agli politicanti maneggioni che ancora popolano questo mondo bastardo: NOI NON STAREMO ZITTI E CONTINUEREMO RECLAMARE CIO’ CHE E’ LEGGITTIMAMENTE NOSTRO.
GLI SCUDI VINTI SONO 29.
VI PIACCIA O NO!

Advertisment