Menu Chiudi

Alla Juve arrivare primi è l’unica cosa che conta

Forse ci sono andato giù pesante, ma mi premeva far capire lo spirito col quale ho preso il pareggio di Roma. Spirito che Conte è riuscito a inculcare in tutto il gruppo, società compresa, senza escludere i tifosi ovviamente. Concetto che Conte ha silenziosamente impresso nelle teste di tutti noi.

Advertisment

Il primo a non essere soddisfatto è proprio Conte che come antidoto al passo falso ha scelto proprio il voler sottolineare tutti gli sforzi compiuti sino a qui, quasi come a proteggere i propri ragazzi, quasi come a voler dire “ok, va bene, abbiamo fallito, ma sinora  è andato tutto bene”.

Advertisment

D’altronde non si possono eliminare i dati oggettivi di questa Juve: una delle pochissime formazioni imbattute a livello europeo, numeri da grande, gioco da grande (pure ieri un possesso palla degno di nota, magari meno fluido e creativo).

Ma c’è quel maledetto pareggio che proprio non va giu. Pareggio che è costato ben 2 punti, la vetta solitaria e un’altra distanza dal Milan.

La speranza è che Conte trovi subito una soluzione alla pesante assenza di Vucinic. Già da domenica col Novara dove la vittoria sarà obbligatoria.

Advertisment