Menu Chiudi

Alta tensione Juve: forza e coraggio!

E’ un sabato di altissima tensione. La Fiorentina arriva a Torino agguerrita: è la partita dell’anno per loro, come ha ribadito Conte. Per noi vale per i 3 punti. Diego Della Valle non ha perso occasione per confermare la pochezza: davvero non ha colto la citazione dantesca? Davvero si appiglia a qualunque tipo di episodio pur di andare contro la Juve? Contento lui.

Advertisment

Intanto la Juve deve accelerare. Matri e Vucinic per spronare l’attacco, mentre centrocampo al completo tranne De Ceglie (preferito agli altri per la fascia sinistra). Il duello con Cuadrado sarà importantissimo.

Advertisment

Antonio Conte e Vincenzo Montella prenderanno le misure del 3-5-2 avversario. Buon per noi manchi Sissoko: troppo forte l’affetto per il maliano per resistere alla visione di lui con la maglia viola.

Anelka si scalda, intanto si accomoda in panchina con Giovinco (il ragazzo deve darsi una seria svegliata) e Quagliarella (che paga sempre più un comportamento non limpidissimo, oltre questioni tecniche). Il francese potrebbe esordire in attesa di capire se è il rinforzo giusto per la Champions. Champions che ci attende martedì sera, poi sabato sera ancora la Roma. Conte si è sfogato: che razza di calendario è questo, visto che esistono regole precise per l’alternanza di partite e posticipi in funzione delle partite europeee? Altra conferma di quanto conti questa Juventus a livello politico. Davvero vergognoso.

Stimolo in più per far bene. L’unico rammarico a questo punto è rappresentato dal mancato ritorno di Trezeguet: io l’avrei ripreso al volo!

Advertisment