Menu Chiudi

Anche Topolino racconta la sua storia…

Ho penato un po’ per riuscire a dare un titolo a questo post. Abbiamo detto tutto e il contrario di tutto sui media e la carta stampata e abbiamo definito chiaramente la locazione che ad esse appartiene, non per scelta di campo ma per mero servilismo prezzolato.

Advertisment

Oggi leggo che anche Topolino pubblica nel suo periodico una storia che parla del derby della Mole e chiama la mia Juventus, “Rubentus”.

Grande esempio di civiltà progresso. I bambini che leggeranno avranno un’idea, costruita da questo “genio” che ha ideato il fumetto, distorta e falsa poichè non avranno la possibilità di leggere questo blog nè gli atti processuali.

Brava la Mondadori editrice… clap clap clap… mi piacerebbe sapere chi sta annidato dento il suo CdA e con che animo limpido può aver consentito tale nefandezza.

Advertisment

Io che ho letto centinaia di fumetti e che ho abbonato i miei figli a questo periodico che, in fin dei conti, ricorda le antiche favole dove, sempre, alla fine, trionfa il bene e il cattivo di turno paga il fio delle sue colpe.

Sono disgustato, mi è crollato un mito. Scenderò giù in garage dove ho circa 2000 copie di Topolino e le userò per farne carta da camino.

Onestamente è stato un brutto colpo, mi sarei aspettato che almeno una certa parte della carta stampata che si rivolge ad un pubblico giovane e giovanissimo si tenesse al di fuori di certe faziosità, i bambini memorizzano, assorbono innocentemente quello che loro viene propinato, nel bene e nel male, perchè manca loro quella maturità che porta ad analizzare e, dopo, a scegliere.

Se anche un fumetto per eccellenza come Topolino scende così in basso allora aspettiamoci altro.

Io torno a casa basito e mi chiedo perchè…

Advertisment