Menu Chiudi

Ancora senza Pirlo: occhio ai ricambi

Conte giocherà la partita col Bologna ancora senza Pirlo.

Advertisment

Pazienza lo ha sostituito alla grandissima contro il Cesena in campionato, e probabilmente potrebbe esserci spazio per Marrone. La Coppa Italia non è snobbata dal tecnico leccese, ma si deve pure considerare i ravvicinati impegni contro Roma, poi Novara e quindi la gara di Udine molto pericolosa. Con un organico che segna le prime defezioni.

Il recupero di Del Piero è praticamente un’utopia: c’è la voglia e la carica del Capitano, ma non può esserci l’ok dei medici visto il bruttissimo taglio vicino la fronte. Servirebbe un caschetto, ma al minimo contatto la ferita potrebbe riaprirsi.

Advertisment

Vucinic sarà pronto solo nel 2012, mentre Quagliarella e Matri dovranno giocarsi gli affondi in attacco fra qui e le prossime settimane.

Spazio allora per gli esterni tanto cari a Conte. Simone Pepe sta giocando a ritmi molto elevati e speriamo regga. Krasic e Elia si giocano un posto da titolare e un posto in panchina, anche se Conte è stato chiaro: “devo fare delle scelte pure sulle alternative”. Dunque è confermato un serio problema di natura tattica e di lingua per i due esterni che sulla carta partivano titolari inamovibili.

Maggiori garanzie offrono Giaccherini e Estigarribia, col secondo favorito per una maglia da titolare in un 4-3-3 che lo vedrebbe largo a sinistra, con Pepe a destra e Matri in avanti. O Quagliarella al posto di Vucinic nel vecchio 4-2-3-1 con Vidal e Marchisio ancora in campo.

Di certo, ora più che mai, la Juve ha di fronte a sé esami importanti: defezioni, avversari di cui mi fido poco, fiato sul collo del Milan.

Advertisment