Menu Chiudi

Andrea Agnelli ha parlato. Silenzio stampa sospeso, ma…

Sarà guerra totale. Contro tutto e contro tutti. A confermarlo non è tanto Andrea Agnelli, quanto tutti gli imbecilli… ops, chiedo scusa… tutti i giornalisti che su Twitter e sui loro canali (TV spazzatura e giornalacci) hanno replicato in un modo assurdo. Ampiamente prevedibile, in realtà.

Advertisment

Calciopoli è esistita, il Tribunale di Napoli lo ha dimostrato, ma siamo in itaGlia e quindi si doveva procedere con la sceneggiatura. In realtà sarebbe Farsopoli, ma le farse fanno ridere e questa, con la regia di Galliani e Moratti, fa solo piangere. La sentenza l’hanno letta in pochi, forse nessuno visto le falsità e le non verità che continuano a scrivere. E’ un indice chiaro del degrado di questo paese.

Non solo Calciopoli è esistita, ma quella raccontata e sviscerata da noi attraverso piccoli e grandi blog è la pura verità. La conferma ce la danno ancora loro: vorrebbero tapparci la bocca, chiuderci i siti (curioso: nelle ultime due settimane sono stati attaccati alcuni grandi blog bianconeri, e un insignificante sito come questo. Io alle coincidenze proprio non credo!), ma siamo ancora qua, vivi. Almeno la libertà di discutere fra noi, di esprimere le nostre idee… l’essere umano è fatto di idee, di cosa avete paura? Che continuiamo a raccontare come sono andati i fatti realmente? E sono divertenti le incursioni di alcuni tipi che invadendo il territorio non vengono a discutere, no, solo a offendere. Sai che mi frega andare a commentare in casa d’altri. Questione di stile, per fortuna!

Non solo Calciopoli è esistita, dunque, ma esiste ancora. L’amico più fedele di Galliani, tal Giancarlo Abete, vomita dichiarazioni senza capo né coda ogni qualvolta c’è bisogno di confondere le acque. E ci casca ogni santa volta aprendo quella bocca e facendo uscire una serie di banalità senza precedenti. Rispondesse alle domande di noi tifosi: cosa fa la FIGC? Come è possibile si sia dichiarata incompetente? Perché non sono state condotte indagini? Perché alcune prescrizioni, sempre a salvare i soliti personaggi?

Advertisment

E la Juve sta pagando le conseguenze di una cosa soltanto: aver fatto leva sui propri diritti. Questo paese è ridotto così male che non vengono nemmeno intuiti tali diritti. Così spero vivamente che a tutti gli quegli imbecilli… ops, mi riscuso… quei giornalisti che oggi fomentano la parte più brutta di questo paese capiti esattamente quello che ci sta capitando. Sai che divertimento!

Da parte nostra vogliamo esprimere tutto l’orgoglio e la vicinanza al Presidente Andrea Agnelli. Se tutto il suo discorso è stato ridotto a “è assurdo come le sue sopracciglia”, beh vuol dire proprio che siamo sulla strada giusta. La migliore in assoluto da percorrerla. E allora via, a spingere su quel cazzo di acceleratore Presidente…

Questo uno stralcio delle sue parole:

Questa mattina ci siamo trovati per una riflessione generale: la nostra opinione non cambia, ma a questo punto noi dobbiamo continuare a credere nelle nostre possibilità. Siamo in corsa su tutti e due gli obiettivi stagionali, campionato e Coppa Italia, per cercare di perseguirli contro tutto e contro tutti. Siamo molto soddisfatti: abbiamo iniziato un percorso due anni fa e i risultati cominciano a vedersi. Per merito del lavoro dell’area tecnica che ha allestito una squadra all’altezza e per merito di Conte e dei suoi giocatori che sono straordinari.

Sono proprio dichiarazioni di guerra e di violenza… o no? (cit. Bud Spencer)

Advertisment