Menu Chiudi

Anelka: posso dire la mia?

Bidone? No, assolutamente. Soluzione definitiva? Certo che no, non sono mica nato ieri. Alternativa? Sì, e non solo.

Advertisment

L’ultimo acquisto di Marotta è stato firmato da due episodi: l’infortunio di Bendtner (che sarebbe comunque stato ceduto) e il bisogno assoluto di incrementare l’esperienza in attacco.

Seconda presenza – in realtà io chiamerei “presenza” solo una partita giocata per intero o comunque almeno un tempo – e fin qui tutto davvero poco palpabile. Poco, perché qualcosa si è visto!

Il francese è una specie di regista dai piedi molto buoni. Conte lo ha usato contro la Roma in un ruolo davvero molto particolare. Dove la Juve ha grosse carenze, al di là del bomber? La risposta più ovvia è quella che riguarda le fasce laterali. Il giocatore che più manca a Conte è Pepe che l’anno scorso fece delle cose semplicemente incredibili. Una qualità sull’esterno che né Asamoah né Lichtsteiner possono offrire. Entrambi infatti giocano molto sulla quantità, ma pochissime volte riescono davvero a fare la differenza.

Advertisment

Il ghanese in realtà ha tolto le castagne dal fuoco in un paio di occasioni a inizio anno, ma ne attendiamo la definitiva consacrazione in un ruolo comunque nuovo per lui. E allora io pensavo che Anelka potesse essere usato proprio sull’esterno, in un ipotetico 4-3-3. Invece Conte lo ha sfruttato come specchio di Pirlo in avanti. E devo dire che l’intuizione di Conte può essere davvero importante.

Anelka dietro due punte di movimento come potrebbero esserlo tutte quelle bianconere potrebbe fornire gli assist giusti in verticale. Contro la Roma è stata illuminante una palla che Giovinco ha ciccato. Al suo posto Trezeguet avrebbe fulminato la Roma. Inoltre Anelka è dotato di un buon fisico, capace cioè di supportarlo quando ci sarà da far salire la squadra.

Del mio precedente articolo voto perciò proprio questa posizione: un regista avanzato. E sono curioso di vederlo in coppia con Vucinic perché comunque Anelka ha segnato nella sua carriera. Non quanto Trezeguet, ma ha segnato.

Le critiche che ho letto in giro per il Web, nei confronti di Anelka, non le ho molto capite. Conte gli ha chiesto delle giocate particolari, attendiamo un suo uso vero, cioè tanti minuti per capire che tipo di supporto potrà dare.

Indifendibile, purtroppo per me, Giovinco. Ma questa è un’altra storia.

Advertisment