Si può sbagliare tutto o quasi tutto in una conferenza stampa? Gli esperti di statistica sono al lavoro. Nel frattempo Blanc, quello che per intenderci ha partecipato al complotto, ormai è evidente, in quel famoso 2006, parla. Anzi straparla. Non ne azzecca una. Che poi il fatto che abbia parlato prima del match vuol dire che stasera ci beccheremo una sonora sconfitta: questa è matematica! E’ Vangelo! Vediamo le sue frasi, una per una.

Advertisment

Ci vuole di senso responsabilità, bisogna usare i toni giusti senza fare dichiarazioni eclatanti.

Se questa frase l’hai detta allora è bene che la leggi, la capisci e la attui. Cioè te ne dovresti andare all’istante. Responsabilità? Ma parlate proprio voi che avete venduto una Squadra di Calcio e una Fede unica nel suo genere? Ma parli proprio tu di responsabilità? Che significa poi usare i toni giusti? Fino ad adesso nessuno ti ha toccato, e forse abbiamo fatto male.

[...] a Juve prenderà la sua posizione come ha sempre fatto [...]

Peccato che questa posizione sia la preferita da chi pratica porno. Sarebbe quella a 90 gradi e noi ci troviamo davanti. Chiunque passi è autorizzato a darci una botta. Vabbé che adesso non le sentiamo più, ma a tutto c’è un limite.

Uno striscione esposto da tre persone non rappresenta il pensiero di 14 milioni di tifosi [...]

Advertisment

Esatto. Non sono 14 milioni, ma sono di più, quasi 16 per la verità. Una statistica recitava anche qualcosa di più. In ogni caso quelle tre persone sono semplicemente dei portavoce: se vuoi possiamo venire tutti sotto la sede. Basta fare il biglietto. Inoltre devo ancora visitare Torino, quindi ne approfitterei. Ci stai, GianClaudio?

Deve essere solo una grande partita [...]

Non lo è più da quando avete venduto la Juve. Non è più un match di calcio, ma è una guerra. Non lo è più perché nessuno ci difende. Non lo è più perché l’onore e il rispetto calpestati valgono più di una corsa, di un cross o di un tiro. Non lo è più perché io mi ricordo di una Juve che lottava e che magari lasciava il big match ai bisognosi. Questa non è la mia Juve. O se vuoi, questa non è la NOSTRA Juve. Sull’aggettivo grande avrei molto da dire, poi. Sempre a tuo discapito ovviamente.

La partita deve essere un modello di sportività e di spirito sportivo a tutti i livelli.

Questa frase te l’hanno dettata da Milano, non è vero? Sportività e spirito sportivo? Ma che cazzo stai dicendo? Hanno sul petto una cosa che non gli appartiene. Ma che sportività? Io stasera tifo un solo giocatore: Felipe Melo. Il resto non conta. Non conta più. Felipe picchia per noi. Sarà questo il coro che immagino ogni bianconero canterà da casa. E dopo quanto sta uscendo da Napoli saremmo ancora in debito. Ma Blanc, ma che cazzo dici?

Per il futuro giudicheremo in futuro.

No! Tu sei stato già giudicato. Il tuo capo è già stato giudicato. A luglio finisce la vostra storia e cercate di andarvene nel modo più tranquillo possibile. Altrimenti sono guai. E guai seri. Tutto chiaro, GianClaudio?

Advertisment