Menu Chiudi

Big player o uno meglio di Matri-Bendtner

Ultime due partite, sperando di allungare o comunque mantenere il distacco. Poi sarà mercato. Su IoJuventino seguiremo ovviamente il mese più caldo, con trattative che spunteranno come funghi a ogni ora. Tenteremo, come sempre, di non prendere in giro nessuno, intanto vediamo di avanzare qualche ipotesi.

Advertisment

Siamo abbastanza delusi dal mercato di questi anni: il top player non è mai arrivato. Lo aspettiamo con ansia per un ulteriore balzo in avanti in termini di qualità, ma non ci illudiamo più. Da Drogba a Messi sembrano tutti irraggiungibili dal punto di vista economico e gli equilibri finanziari non possono non interessare il tifoso. Piacerebbe pure a me festeggiare un mercato come quello del PSG, però poi faccio due conti, valuto la qualità espressa in campo, i trofei già in-bachecati e mi tengo strettissima questa Juve.

Advertisment

Qualcosa da migliorare c’è. Certo che c’è e riguarda l’attacco. Ottimo Giovinco, per quel che mi riguarda, ottimo anche Vucinic (che magari dovrebbe metterla dentro più spesso), ottimo Quagliarella, ma gli aggettivi positivi terminano qui. Nelle ultime 50 partite ai vertici della classifica cannonieri della Juve troviamo Vidal, Marchisio e Vucinic (che in questa stagione ha marcato solo 4 volte), poi Quagliarella, ma la densità di reti è veramente bassa. Fra questi non c’è un bomber e questi insieme fanno i gol di Cavani nel 2012. Detto diversamente: pensa un po’ cosa avrebbe combinato la Juve con un Cavani in campo.

Ma Cavani non è acquistabile, forse nemmeno Drogba, da valutare Llorente, e allora che si fa? L’infortunio di Bendtner impone di tornare sul mercato perché con un Matri così si rischia di giocare uno in meno fino a marzo. E anche a marzo il problema si ripresenterebbe: rientra Bendtner, ma finora zero reti.

Così c’è sempre la soluzione di scorta che porta dritto a due giovanotti in orbita Juve: Immobile e Gabbiadini. Badate che nessuno dei due quest’anno ha impressionato sul piano della finalizzazione, ma Immobile lo conosciamo bene e Gabbiadini è interessante. Sarebbe comunque un rischio, ma per Matri io il rischio lo correrei volentieri. In particolare io voterei Immobile: l’istinto del bomber ce l’ha, ha un gran fisico, grande corsa, è un combattente e una prima punta come piace a Conte. Magari alla Juve trova la giusta manovra e i giusti assistman che a Genova mancano. Mentre l’ex-atalantino sarebbe davvero un salto nel buio: ottima prospettiva, ma giusto un’ottima prospettiva.

Advertisment