Menu Chiudi

Boniek chiede spiegazioni sulla mancata stella e lancia una curiosa teoria

Stranissima persona. Curioso opinionista presentato ogni volta come supporter bianconero. Forse del Cesena, e non ce ne vogliano i tifosi del Cesena appunto. Non certamente supporter della Juve, visto che ogni parola che gli esce di bocca fa a cazzotti col tifare Juve.

Advertisment

Che poi a noi che Boniek tifi Juve o non tifi Juve poco ci importa. Uno di meno, figurarsi. Il problema è che poche volte questo signore si è comportato dignitosamente rispetto al ruolo di informatore e di pseudo-tifoso bianconero. Sempre a sparare sentenze, e quasi sempre in negativo.

Perciò che adesso Boniek venga a chiedere spiegazioni sulla mancata stella nel nuovo stadio della Juve ci fa specie. Scusi signor Boniek, ma lo stile dove lo mettiamo? E non sia volgare per favore.

Meritarsi una stella nello Juventus Stadium è cosa sublime, mica basta fare due gol. Non semplici numeri, per cortesia. In fondo chi l’ha rimpiazzata è veramente degno della stella. E’ quel Davids, quello con quei capelli strani, quello che giocava con gli occhiali. Bene, non conosco tifoso juventino che non abbia amato alla follia Davids. Uno che ha parlato sempre poco, ma quando ha parlato ha detto cose incredibilmente profonde per uno che vive e respira Juve. Talmente profonde e degne del bianconero che sono stampate in un muro dello Juventus Stadium. Chi conosce quelle parole?

Advertisment

Una stella è una cosa molto lontana da raggiungere ed ecco perché lei, caro signor Boniek, con questo curriculum televisivo di antijuventino, proprio non poteva starci in mezzo a Platini e Del Piero, Vialli e Peruzzi, Buffon e Zoff, Causio e Furino. Si immagini poi se potevano piazzarla a fianco di Gaetano Scirea.

Ma passi pure la domanda del perché sulla esclusione dalle 50 stelle, come può giustificare una simile teoria? E vengo all’idiozia pura, altra conferma di quanto detto sinora. Alla domanda “Vincere all’Olimpico consacrerebbe definitivamente la Juventus come favorita assoluta per la conquista dello scudetto?” lei ha risposto:

Non è detto che devi vincere tutte le partite per laurearti campione d’Italia.

E non è detto no. Poi c’è sempre un illecito strutturale inventato da un professore uscito dagli uffici nerazzurri e ti tolgono quanto vinto.

Advertisment