Menu Chiudi

Calciopoli: tentativo di ricusazione che sa di sconfitta

In attesa di approfondire un argomento complesso, per quanto sia semplice comprendere i motivi alla base del tentativo di ricusazione da parte dei Pubblici Menestrelli, ecco una semplice e precisissima dichiarazione dell’Avvocato Prioreschi cui non si è dato spazio nei telegiornali e nei quotidiani.

Advertisment

Mi pare un segno di gran­de debolezza dell’accusa che denota da un lato il ti­more di perdere il processo per come s’è mossa l’istrut­toria dibattimentale fino­ra. E dall’altro ci impone uno slittamento: il giudice ricusato non può infatti emettere alcuna sentenza fin quando non viene emessa l’ordinanza della Corte d’Appello che dichia­rasse inammissibile la ri­chiesta di ricusazione. E’ oggettivamente un com­portamento dilatorio, que­sto: ancora una volta, di fronte a difese che fanno di tutto per accelerare i tem­pi di questo processo, come dimostrato con la rinuncia a gran parte dei testi ci troviamo di fronte una Procura che, in extremis al termine della fase di istruttoria dibattimentale, ha chiesto l’audizione di al­tri nove testi, non sfruttan­do i 60 giorni di stop alle udienze imposte dalla pe­rizia di trascrizione delle intercettazioni mancanti. Dall’altro propone una istanza di ricusazione che ­in ogni caso – dilata i tem­pi.

Advertisment

[Avv. Prioreschi]

Chiudo con una considerazione: non tenere conto di quanto sta accadendo a Napoli e accettare tutto ciò con una passività sconcertante (da parte, intendo, dei tifosi bianconeri) giustifica in parte gli scarsi risultati maturati sul campo di quella che è la Juve postFarsopoli! Meditate gente, meditate. Spero vivamente che qualcuno di influente organizzi una qualche forte manifestazione che servirebbe per riportare i riflettori a Napoli e magari ottenere un giusto processo o una giusta sentenza da quanto emerso da Napoli.

Advertisment