Menu Chiudi

Calcioscommesse, media e giornali: cornuti e bastonati

Ed ecco che le nostre paure prendono forma. E stavolta proprio non ce la sentiamo né di rispondere né di difendere. Perché se l’assist arriva direttamente dalla Società, allora forse deve andare così.

Advertisment

La stampa comincia a martellare su un concetto talmente vergognoso quanto è nello stile di questo italico paese. Da qualche parte, Repubblica e Il Fatto, Gazzetta e vedrete pure la TV, si insinua il sospetto che la Juve sia stata aiutata. Addirittura sale la voce scandalizzata di chi pensa che Conte l’abbia fatta franca. E onestamente lo capiamo e lo comprendiamo. Doveva starci la radiazione, perché se questo qui torna a novembre con la Juve ben posizionata e rincara la dose sul campo, con una rosa rinforzata rispetto allo scorso campionato… ma dove vuole arrivare?

Advertisment

Se dal nulla si monta l’ennesima farsa e la Società rimane in silenzio, assecondando anzi le scelte scellerate e al contempo oculate di Palazzi, allora è giusto dire queste cose e cioè che la Juve è stata aiutata, come nel 2006, così come Conte è il nuovo mostro. E il mostro è – udite udite! – salvo. Sì: innocente, ma patteggia, non ha fatto nulla, eppure viene squalificato. Come no: è salvo! E noi siamo qui ad ascoltare, coi fegati fortemente alleviati dalla goduria del campo. E che vuoi fare al bar? Che vuoi rispondere? La Società è muta e non intende reagire, anzi subire sempre più, Conte è stato costretto a un passo che non avrebbe fatto nemmeno con la pistola puntata… e vuoi pure discutere, tu povero tifoso che paghi e paghi e paghi, soldi e rabbia, serenità e gioia?

Cornuti e bastonati, come quelle storie strane dove chi vuole giustizia finisce per avere ancora più torto e pene. E questi siamo noi. Non basta ascoltare la piazza, pronta a tutta per difendere quei colori, no… pare non bastare più. Chissà quale losco individuo abbia progettato tutto questo, chissà chi muove i fili di Andrea Agnelli per fargli fare cose che lui – e lo sappiamo bene – non avrebbe mai fatto in qualità di juventino, tanto meno Presidente.

Resta la nostra richiesta: via la Juve da Exor, via dalla famiglia (quella con a “f” minuscola), via. Rimaniamo soli… sempre meglio che male accompagnati.

Advertisment