Menu Chiudi

Caro Moratti: infame e prescritto o innocente e assolto? Si difenda nel processo

Che Moratti invochi calma o che dica di non leggere la Gazzetta, organo da lui co-diretto insieme all’altro milanese proprietario del Milan è solo fumo negli occhi di pochi scemi che ancora credono al non-conflitto di interessi fra CdA nerazzurro e RCS e organi di informazione. Evito di citare la giustizia, visto che qualcuno integro moralmente ancora opera in veste di magistrato o giudice.

Advertisment

Che Moratti decida di nascondersi dietro la figura di Facchetti è ancora peggiore rispetto a quanti oggi attaccano Facchetti. Ma non si può nasconodere il fatto che Facchetti non è tirato in ballo per delitti commessi in qualità di cittadino italiano, ma Facchetti viene tirato in ballo per FATTI DIMOSTRATI ALL’INTERNO DI UN PROCESSO SERIO. Fatti che ne dimostrano la colpevolezza, anche più di Moggi: purtroppo non c’è modo di scappare da QUESTI FATTI. Restano le parole vuote e volgari di Moratti: lui sì che sfrutta ignobilmente la memoria di Giacinto.

Che Giacinto Facchetti possa essere stato un angelo nella vita di tutti i giorni questo non lo nega nessuno. Ma ciò non ha nulla a che vedere in un processo in cui vengono mostrati e GIA’ PROVATI gli illeciti commessi dall’allora Presidente della società di Moratti (guarda caso, eh?!) e quindi passibile di sicura condanna: perché a condanna porta l’articolo 6 MAI PROVATO NEI CONFRONTI DI MOGGI E DELLA JUVE!

Ora signor Moratti – e mi scuso per l’uso della parola signore – vuole cortesemente difendersi all’interno del processo rinunciando alla prescrizione?

Advertisment

Di lei si sa tutto petroliere: le mosse fasulle, i potenti contatti, le malefatte passate in sordina e coperte abilmente dal giornalaccio che dice di non leggere.

Ora abbiamo superato ogni limite di fronte A FATTI PROVATI E CONFESSATI IN UN’AULA DI TRIBUNALE!

Si decida: o infame e prescritto – in ogni caso abbiamo ampia scelta di argomenti per continuare a sostenere ciò – o innocente e assolto. Sarebbe proprio un bel gesto. Non rinunciare alla prescrizione è la forma più volgare e sana per certificare la propria molesta natura di truffatore.

Viva l’Italia!

Advertisment