Menu Chiudi

Caso Conte: il rinvio è solo il tentativo di innervosire la Juve

E’ talmente idiota come situazione che ormai viene difficile pure parlarne. Figurarsi analizzarla tecnicamente. Il caso Conte viene rinviato al 2 ottobre, così intanto il tecnico salterà ulteriori partite.

Advertisment

Questo continuo rinvio della decisione, fra imbecillità e incompetenza della FIGC e degli organi complici, nasconde il semplice e banale obiettivo di innervosire la Juve, visto che di indebolirla non se ne parla. La Juve senza Conte in panchina pare solo aver le gambe pesanti, non certo le idee o la voglia.

E forse la FIGC sta familiarizzando proprio con tale concetto: con Conte o senza Conte, è pur sempre vera Juve.

Advertisment

Piaccia o non piaccia così è, e così sarà. La nostra speranza è che la squadra continui a giocare con questa voglia e con questa disciplina, sempre intenti a non far pesare l’assenza del tecnico più preparato d’Italia (e uno dei migliori al mondo).

Al comunicato viola sembra far eco l’organo che comanda il calcio italiano. Davvero la farsa deve continuare? Anche dopo che i giornali inglesi non hanno per nulla dato peso alla squalifica di Conte, anzi ribadendo come l’unica squadra italiana di stima è proprio la Juve? Anche dopo aver assistito all’ennesima impresa, o semplicemente il normale lavoro per la Juve di Conte?

Perché privare i bianconeri del loro condottiero? Perché in Europe League Mauri poteva scorazzare e Ranocchia indossare la maglia da calcio e Conte deve per forza sedere in tribuna?

Advertisment