Menu Chiudi

Cassano… anche le pulci hanno la tosse

Cassano ha dichiarato: “Quaquaraquà non sono io, ma lui che è stato squalificato per omessa denuncia. Ho fatto tante cassanate nella mia carriera e per questo sono stato squalificato. Se lui viene a parlare di moralità a me è finito il mondo. Lui che, lo ripeto, è stato squalificato per omessa denuncia“.

Advertisment

Non so cosa mi trattenga dall’esprimere tutta la mia schifezza verso questo individuo che, non per meriti suoi, ma perché baciato dal destino, sa dare due calci al pallone.

Mi chiedo se per la (In)Giustizia sportiva dichiarazioni così arroganti e fuori dal lecito sportivo possono essere meritevoli di attenzione…

Mi rispondo da solo e subito: no!

Advertisment

No perché fa parte della scuderia dei prescritti, quindi, il palazzinaro non perderà nemmeno un briciolo del suo preziosissimo tempo a pensarci sopra.

Ritengo di una gravità inaudita le dichiarazioni di questo individuo perché si intromette in una diatriba artatamente accesa da egli stesso, alla quale avevano replicato Bonucci e Conte che aveva fatto il suo dovere di allenatore di una squadra fatta di uomini, precisando i parametri con cui la Juventus sceglie gli uomini prima e i giocatori dopo.

Ho rabbia inaudita dentro me perché questo individuo che conosce solo il denaro e l’ingratitudine si è permesso di giudicare un Uomo a cui è solo stato gettato del fango addosso e chiunque sia dotato di un minimo di onestà intellettuale sa che è la verità.

Gia’ onesta intellettuale… ma che cosa scrivo a fare… sono due elementi essenziali totalmente sconosciuti al vuoto cosmico abissale della scatola cranica di questo personaggio in cerca di autore.

Vergognati Cassano.

Advertisment