Menu Chiudi

C’è il Chievo: tutti pronti?

Non ci sarà Mirko Vucinic per la stupida squalifica. Non ci sarà Bonucci che dovrebbe saltare (visto come ragione la FIGC) anche il match con la Fiorentina. Difesa da inventare, attacco sempre meno efficace. Per fortuna rientra Pirlo, ma si blocca Marchisio. In questo paragrafo tutto il momento negativo della Juve.

Advertisment

Prima convocazione per Anelka: chissà che stavolta il destino non ci dia una mano e ci faccia scoprire una risorsa, più che una fonte di bestemmie.

Di certo c’è che la Juve non solo non può permettersi passi falsi, ma deve addirittura dare l’impressione che sia stato tutto uno scherzo, un voler alleviare le sofferenze altrui, un voler preservare i fegati di milioni di italiani dalla decomposizione. E’ finito gennaio, domani è giorno 3 febbraio 2013: il periodo nero di Conte è ufficialmente finito, ma quello della squadra?

Advertisment

Matri o Quagliarella, ma soprattutto: perché non Anelka da subito? Abbiamo qualcosa da perdere, oltre che la faccia? Conte ai microfoni ha avuto difficoltà a commentare il mercato bianconero. Avevamo poche risorse, quando è lampante che non era così. 2,5 milioni per Poli subito per avere la metà del ragazzo solo a luglio, 10 milioni di euro offerti per Icardi sull’unghia, l’ingaggio di Anelka (che non è quello che si legge in giro), l’acquisto di Peluso alla cifra di 5 milioni di euro, più tutte le operazioni concluse coi giovani e che hanno richiesto un esborso di denaro. Risorse di che tipo, Mister? Intellettive? Perché il denaro c’era o si poteva rimediare.

Mercato a parte ecco allora il campo, il nostro miglior alleato e, insieme, il nostro peggior nemico. Campanello d’allarme sulla fascia sinistra dove l’assenza di Chiellini sembra pesare quanto e più di un ipotetico ammutinamento generale. Tutti i gol nascono da sinistra, per errori di De Ceglie (per favore: non più in campo fino a quando la distanza di sicurezza dalla seconda non sia maggiore o uguale a 9 punti) o Peluso o Caceres. Come a dire: e ora a sinistra che ci inventiamo? Pochi gol fatti. Vidal è il bomber dell’intera stagione e questo già basta per capire la pochezza in avanti della Juve. E’ un 2013 cominciato malissimo, ora però dobbiamo rialzarci.

Fra un po’ arriva pure la Champions.

Advertisment