Menu Chiudi

Celtic-Juventus: chi va in tribuna?

Il campo sembra parlare piuttosto chiaramente in queste ultime partite e allora tanto vale seguirne le indicazioni. Sembra questo il pensiero di Conte che contro il Celtic schiererà una formazione alquanto prevedibile.

Advertisment

Matri e Vucinic non si toccano, per evidenti motivi. Il primo ha ritrovato il feeling prezioso col gol, mentre il secondo è dotato di un talento unico che se va a braccetto con la serenità mentale risulta spesso decisivo. In una serata dove servono gol e talento l’accoppiata risulta perciò perfetta.

Questo porta con sé un problema. In Champions League la panchina non è lunga quanto quella del campionato. Detto diversamente: chi andrà in tribuna? Anelka, quasi certamente. Perché a Giovinco il tecnico non rinuncia e in questo momento Quagliarella gode di maggior fiducia del francese. Non voglio rompere le scatole, ma… a che serve Anelka? A far numero?

L’ottima prova contro i Viola permetterà a Peluso di guadagnare la titolarità. Asamoah andrà in tribuna: troppo poco tempo e allora per Conte vale la regola che “chi ha sudato di più viene premiato”. La trovo giusta, anche se un Asamoah in più mi sarebbe piaciuto schierarlo. A destra il ballottaggio è inesistente: gioca Lichtsteiner punto e basta.

Advertisment

In difesa Bonucci riprenderà il suo posto al centro, affiancato da Barzagli (che Dio ce lo conservi così ancora per lungo tempo!) e Caceres.

Resta il centrocampo, ma davvero volete un indizio su chi scenderà in campo?

Se la Juve fa la Juve… poco importa chi il Celtic schiererà dall’inizio.

Celtic-Juve: ancora Vucinic-Matri

Advertisment