Menu Chiudi

Che punta compriamo?

Fiumi di inchiostro sulla necessità della punta che la metta dentro.

Advertisment

Ci permettiamo un consiglio, che forse a Conte, Paratici, Marotta ed Agnelli non serve perché già ci avranno pensato da soli.

La Juventus è una società che ha ritrovato la dignità, l’orgoglio, le vittorie. Gli equilibri economici.

Un attaccante come ce l’hanno il Barcellona, il Real Madrid, il Bayern, i due Manchester, il PSG, ci piacerebbe averlo e, se rispettasse anche le direttive di Conte oltre che segnarci trenta goals a campionato, ci farebbe molto comodo.

Ma pretenderebbe un ingaggio talmente superiore, ad esempio, a quelli di Buffon, Pirlo, Marchisio, Vidal, Chiellini e Vucinic che si creerebbe malumore nello spogliatoio. Ammesso che la Juventus abbia le capacità economiche per concedergli l’ingaggio elevato.

E una squadra fatta da undici fuoriclasse non in accordo tra loro non vincerebbe nulla.

Conte ha creato un gruppo. Andando contro noi tifosi che eravamo stanchi degli errori di Bonucci. Andando contro Tuttosport (leggi Vittorio Oreggia, quello bravo perché ad ogni articolo utilizza l’aggettivo “boiata”) che si chiedeva perché mai Giaccherini giocasse con la Juventus. Sfidando gli ultras che non volevano Borriello prima di vederlo giocare e ancor di più dopo averlo visto. Un gruppo. Dove 20-venti-20 giocatori sono andati a segno e dove, parole di Conte, non è importante che la punta segni ma che faccia i movimenti utili alla squadra.

Ma per vincere la Champions serve il fuoriclasse ……….

Asamoah è un fuoriclasse. Giovinco è un fuoriclasse. Pogba lo diventerà. Altri li avevamo già con noi e con noi sono rimasti.

Advertisment

Matri due anni fa ha fatto 20 goals. L’anno scorso era sulla stessa media fino a metà campionato, ma pareggiavamo troppe partite. Poi ha smesso di segnare ed abbiamo vinto 10 partite sulle 11 finali. Che non è un ragionamento matematico ma significa che Conte quando parla è difficile che dica stupidaggini.

Siamo così sicuri che Llorente o Dzeko siano più utili di Matri e Quagliarella? Di Matri e Quagliarella svogliati e demotivati, di certo. Altrimenti no. E poi a che prezzo? A che ingaggio?

Gli attaccanti fenomeni (Drogba, Ibrahimovic, Messi, Ronaldo, Rooney, ecc.) ce li hanno gli altri e se li tengono.

Se capita l’occasione che Conte gradisce, ben venga. Se non capita, sarà la squadra a dover fare la differenza.

A che serve vendere Lichtsteiner se con quei soldi non potremmo mai comprare un fenomeno?

Se è Lichsteiner che vuole andar via, vada. La Juventus è e deve rimanere un gruppo.

Vogliamo vincere tutto e abbiamo fretta di farlo. Ma non facciamoci prendere la mano dalla smania di acquistare tanto per poter dire che anche noi abbiamo un top-player.

La Champions è difficile da raggiungere, con Real, Barcellona e Bayern in giro. Ma anche facile visto che l’anno scorso l’ha vinta il Chelsea.

Tutto può succedere, ma non sarà un Llorente che sposterà gli equilibri.

Advertisment