Alle 20.45 la Juventus farà il suo esordio nella Champions League 2012-2013 in casa dei campioni in carica del Chelsea. Si tratta di una sfida quasi inedita, dal momento che finora la Juventus ha giocato una sola volta allo Stamford Bridge, nella gara di andata degli ottavi di Champions del 2008-2009, disputatasi il 25 febbraio 2009. Il fischio di inizio fu affidato al portoghese Benquerença, connazionale di Proença, a cui toccherà la direzione della gara di stasera. I bianconeri, all’epoca allenati dall’ex blues Claudio Ranieri, uscirono sconfitti dall’incontro, terminato con il risultato di 1-0 in favore dei londinesi, grazie alla rete del solito Didier Drogba.

Advertisment

Il Chelsea, allenato da Guus Hiddink, si schierò in campo con un 4-3-2-1: Cech; Bosingwa, Alex, Terry, A. Cole; Ballack, Mikel, Lampard; Kalou, Anelka; Drogba.

Advertisment

Ranieri rispose con il suo classico 4-4-2: Buffon; Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro; Camoranesi, Sissoko, Tiago, Nedved; Del Piero, Amauri.

I blues partirono subito in quarta, tanto che il gol del vantaggio arrivò al 12′. Drogba approfittò di un errore di posizionamento della linea difensiva bianconera e insaccò anticipando Buffon in uscita. La Juventus, pensando anche alla gara di ritorno in casa, cercò di non scoprirsi più di tanto. Qualche buona occasione, però, capitò anche sui piedi dei ragazzi di Ranieri: nel primo tempo Del Piero sprecò da posizione favorevole, facendosi ipnotizzare da Cech; nei minuti finali, poi, Nedved andò vicino al pareggio con una delle sue botte dal limite. La prestazione di Del Piero e compagni non fu negativa, anche se il risultato non sembrò mai veramente in discussione.

Noi non vediamo l’ora di riascoltare quella musichetta che tanto ci è mancata negli ultimi anni, sperando che il risultato di stasera sia diverso da quello di 3 anni fa.

Advertisment