Menu Chiudi

Conte pensa al 3-5-2 per affrontare il Napoli

In una domenica che potrà ancora dire tanto, visto il Milan impegnato a Catania, Antonio Conte ha da risolvere un rebus mica male: su chi puntare? Su quale modulo puntare?

Advertisment

La Juve si è nettamente ritrovata, raccogliendo certamente poco rispetto a quanto prodotto. Una sorta di costante della stagione, primo vero punto nevralgico su cui bisogna mettere una pezza. E una Juve ritrovata, nella testa, negli uomini chiave, può giocare in qualunque modo.

Conte propenderà per il 3-5-2, il modulo che ha schiantato l’Inter nella gara di domenica sera. Vucinic e Del Piero hanno garantito i giusti tempi d’attacco e le ali, De Ceglie e Caceres, hanno di fatto spompato i nerazzurri. In più il trio meraviglia in mezzo al campo continua a macinare chilometri e tanto gioco. Una sorta di orologio perfetto difficile da smontare.

Advertisment

I dubbi sono comunque tanti: Lichtsteiner o uno stupendo Caceres? De Ceglie a sinistra o un centrocampista differente come Estigarribia (che all’andata fece una gran partita, ma che è stato ignorato nelle ultime settimane)? Matri o Del Piero accanto a Vucinic?

La buona notizia è che la settimana dovrebbe aver permesso di bruciare le tossine dei precedenti impegni e quindi fisicamente la Juve preparerà una gara tosta. Perché il Napoli va battuto anche nel dinamismo, domandone le sfuriate d’attacco.

Occhio quindi a Lavezzi e Cavani, mentre in difesa ci sarà regolare Aronica… capisci amme’!

Advertisment