Menu Chiudi

Correggetemi se sbaglio

E’ Tavaroli a confermalo. Erano anni che Moratti aveva organizzato la sua rete di spie contro Moggi e la Juve tutta. Almeno due o tre anni in anticipo rispetto alle indagini, diciamo così, ufficiali del Provolone Auricchio. Allora la mia idea è questa: ma se davvero Moratti avesse avuto in mano qualcosa di esplosivo, con ben due anni di pedinamenti e intercettazioni, non è lecito pensare a qualche azione ben più seria rispetto a Farsopoli? Detto diversamente: se davvero avesse raccolto prove avrebbe messo su questa farsa? Con l’aggravante che ora tutto gli si ritorce contro. Addirittura viene fuori che il suo Presidente, all’epoca Facchetti, parlava quanto e forse di più rispetto a Moggi e aveva contatti molto stretti. Una fiducia e un affetto del tutto ricambiati da Bergamo e via così. In uno scenario di simile pazzia e di un masochismo che si confonde con l’idiozia propria di questo strano personaggio del nostro calcio milanese… ma cosa vuoi parlare di calcio? O di onestà? Ma, soprattutto e chiudo, cosa vuoi metterti a difendere o contrattaccare? Ma che immagine diamo all’estero del nostro piccolo mondo calcistico?

Advertisment

Advertisment

Ultima domanda: appurato ciò, quale potrebbe essere la pena per questi disonesti? Pena evidentemente che affonda i denti nel penale, ma anche sul piano sportivo ha un suo peso!

Advertisment