Menu Chiudi

Cosa è il rispetto?

Più ironia, più rispetto? Alle volte è proprio così, ma certo l’arroganza e la stupidità umana non aiuta. Non aiuta per esempio la crescita collettiva del nostro calcio. E il grande Franz spende un’occasione per rendersi ridicolo, oltre misura.

Advertisment

Definire pensionato Buffon, prima che la sfida di ritorno si sia già consumata, appare un gesto tutto italiano. Caro Franz, che succede?

Questa sparata sembra quella di chi tira un grosso sospiro di sollievo. E noi siamo felici per aver tenuto in ansia i bavaresi in questo modo. La battuta, stupida di per sé perché riguarda il portiere più forte al mondo negli ultimi 25 anni, nasconde in realtà la paura passata per affrontare i bianconeri.

Advertisment

Un 2-0 che abbiamo raccontato come giusto, tutto sommato. I valori in campo, in fatto di esperienza e qualità individuale, erano enormi, ma va bene così. Non abbiamo gridato al complotto al gol in fuorigioco, ma va bene così. Ce la giochiamo volentieri in campo, al ritorno, tanto c’è poco da fare i calcoli.

Pensionato o meno, che razza di opinione tecnica è quella di definire il primo gol con quei termini che stanno a metà fra l’ilarità, molto poco elegante in un contesto del genere, e l’idiozia, perfettamente in linea con il personaggio Rummenigge e vecchie ruggini di mercato.

Caro Franz, mancano 90 minuti. Ci vediamo prossimamente, con la speranza che stavolta l’aggressione della Juve, prima che tecnica, sia fisica. Agonisticamente parlando. Un po’ di strizza e poi tanti auguri per il vostro cammino in Europa.

Advertisment