Menu Chiudi

E’ l’ora d’accelerare!

Mitico Zamparini. Il Maurizio più imbecille d’Italia, con al suo attivo però un bel paio di milioni di euro, il che nel nostro paese fa una grande differenza, ritratta tutto. Come previsto da 16 milioni di tifosi, se lanci un’accusa precisa poi devi anche giustificarla, motivarla e soprattutto provarla. Davanti un giudice. Davanti una giuria. Davanti, quindi, tutta l’Italia. Invece il Presidente che mira alla disonestà delle milanesi, molto vicino peraltro ai vari Moratti e Galliani, fa due passi indietro. Dice “ho solo citato un episodio”. No, caro Maurizio: hai gettato merda sulle persone. Ben 16 milioni e 1: i tifosi bianconeri tutti e Moggi. Ora o dimostri quanto da te affermato o paghi. E stavolta devi pagare veramente perché lo sporto più bello del nostro paese deve finire immediatamente. Per la cronaca lo sport di cui parlo è “lancia merda addosso alla Juve”. E’ il momento di accelerare, quindi. Di premere ancora di più la mano su una difesa finora pessima, e non parlo del campo di gioco. Signor Trofino: faccia del suo meglio. Signor Moggi: difenda anche noi, orfani di persone per bene e orfani di veri juventini,ma prigionieri di imbecilli industriali che con la Juve non collimano nemmeno in un punto.

Advertisment

Advertisment

La metafora del “premere sull’acceleratore” si adatta pure al discorso tecnico. Saltato del tutto il campionato, e di questo la dirigenza dovrà risponderne e duramente, c’è l’assoluto bisogno di chiudere in breve tempo il sondaggio per il nuovo tecnico. Che non sarà solo un tecnico, uno di quelli che dirama la formazione e ci mette la faccia il sabato pomeriggio e la domenica sera. Dovrà essere un uomo di calcio prima di tutto così da sopperire alle gravi mancanze di competenza dei vari Secco (non rimarrà, tranquilli!) e Blanc. In modo cioè da appoggiare Bettega, indirizzandolo o appoggiandone le decisioni. Il momento sembra buono per arrivare a Rafa Benitez. Il tecnico spagnolo scappa via in fretta se si attende ancora del tempo. C’è il Real e sicuramente qualche altro interessante club, ben più facoltoso e serio del nostro. Allora conviene accelerare. Prendere adesso Benitez e rivelarlo al gruppo potrebbe avere l’effetto di non far scappare alcune pedine fondamentali per il futuro. Prendere adesso Benitez vuol dire pianificare in modo proficuo il prossimo mercato che me lo immagino non dissimile rispetto a quello del 2002. Prendere adesso Benitez vuol dire essere tornati seri.

Advertisment