Menu Chiudi

E ora la Germania: cosa inventerà Prandelli?

La partita con l’Inghilterra ha messo in luce tutti i problemi che avevamo ipotizzato alla vigilia. L’Italia si è fatta stoppate dal muro inglese. Certo abbiamo creato palle gol ma non abbiamo proprio punto l’Inghilterra. O meglio, visto l’atteggiamento e visti i difensori inglesi, dovevamo chiudere la gara già nel primo tempo.

Advertisment

Ci è mancata la profondità, ma soprattutto ci è mancato un uomo tra le linee capace di far male, e poteva essere Giovinco. Infatti dopo l’ingresso di Diamanti abbiamo dato molto più fastidio. Inoltre non abbiamo sfruttato al meglio le corsie laterali: nel primo tempo Abate non ha mai spinto, meglio nel secondo. Nonostante tutto abbiamo giocato meglio, ma perchè l’Inghilterra ha veramente fatto una partita rinunciataria! E ora la Germania.

Advertisment

Una squadra fortissima a partire da Neuer, ottimo portiere. Sulle fasce Lahm e Boateng, bravi tatticamente. Centrali Hummels, che ha ben impressionato, e Badstuber: un po’ lento a dir la verità. Davanti alla difesa Schweinsteiger e Khedira, quantità e qualità: attenzione alle conclusioni da fuori del numero 7. Dietro la punta ci sono Müller, bravissimo negli inserimenti; Ozil, gente tecnica e corsa, ma con un mastino su di lui non dovrebbero esserci problemi; Podolski, punta esterna, velocissimo e bravo nell’accentrarsi. Davanti Gomez: qui ci vorrà il miglior Barzagli per fermarlo.

Tatticamente la Germania fa del possesso palla una delle armi migliori, fa girare bene palla ma non si limita a cio: ha grande concretezza. Inoltre sa giocare sia centralmente che sulle fasce: i tagli di Ozil e Müller, lo stesso Podolski che spesso si accentra. E sulle fasce non fa brutte figure: Lahm ama spingere, e i suoi cross sono tutti per Gomez. L’Italia dovrebbe continuare col 4-3-1-2, e ci immaginiamo che sarà ancora un modulo ordinato e compatto. Prandelli non ha osato contro l’Inghilterra, figuriamoci contro la Germania. Ancora una volta penso che un Nocerino li in mezzo sia d’obbligo: anche perchè la Germania ha avuto due giorni in più per riposarsi, mentre noi abbiamo giocato 120′. In attacco Cassano non avrà vita facile contro i difensori tedeschi: un Di Natale con licenza di attaccare gli spazi ci starebbe bene, magari con Balotelli a combattere.

Non mi stupirei se Prandelli decidesse di giocare senza trequartista, con un centrocampo in linea per coprire meglio  gli spazi e limitare la Germania sulle corsie: ma il problema è che non abbiamo centrocampisti di fascia, a parte Giaccherini. Sarà una conferma , almeno credo, dell’Italia vista contro l’Inghilterra, forse rientra Thiago Motta al posto di Montolivo. Sarebbe una bella soluzione vedere due trequartisti dietro Balotelli: Cassano e Giovinco potrebbero creare belle cose, con tre combattenti davanti alla difesa.

Advertisment