Menu Chiudi

E un altro tassello della vicenda Telecom va a posto

Il 16 maggio 2010, su RAI3, va in onda quel meraviglioso programma chiamato Report. Si parla di Telecom e il caso degli spioni. Magnifico. Non ho il tempo di vederlo in diretta perché devo lavorare a un paio di articoli. Ma lo sto vedendo adesso (martedì sera) e mi sembra ben realizzato. Ora, in questo blog non posso certo scrivere l’intero dossier. Ci mancherebbe. A noi interessa le collusioni di questo caso con Calciopoli.

Advertisment

Advertisment

A fare le domande è un giornalista eccezionale, da me apprezzato per il libro “Il Patto” scritto a quattro mani con Nicola Biondo, quale è Sigfrido Ranucci. Intorno al minuto 17 si fa riferimento ad alcuni calciatori e poi all’arbitro De Santis. La domanda è precisa, chiara, limpida ed è rivolta a Cipriani: “Ma, scusi, riferiva direttamente al Presidente?”. Il Presidente in questione è Tronchetti Provera. Risposta altrettanto precisa e secca. Cipriani riferisce sempre a Tronchetti. Fra l’altro, è la logica che lo impone. Di più. Quei pedinamenti e quell’attività spionistica era commissionata e pagata dalla Pirelli con fatturazione all’Inter.

Già nel corso della Prima Farsa, anno 2006, qualcuno aveva avanzato forti dubbi su chi aveva commissionato quei dossieraggi contro Moggi e la Juventus. Oggi mi pare che quei dubbi siano ragionevoli e provate certezze. Ma non è finita qui. Sulla base di altre testimonianze si dovrà pure capire quanto materiale è stato fatto sparire o è stato opportunamente manipolato. E’ solo forse questione di tempo. Intanto noi vigiliamo!

Advertisment