Menu Chiudi

Enrico Preziosi: la lista di furbate si allunga

Chissà quanto tempo ancora dovremmo sopportare gente come questa. Facciamo candidamente notare come dirigenti capaci sono a casa, mentre questo qui è ancora in attività. Come se nulla fosse, come se sul suo capo non pendessero già parecchie condanne.

Advertisment

Ma Enrico Preziosi è uno che ha amicizie importanti, soprattutto amici nei posti giusti. Arrivano, in questa settimana, altre due succulenti news:

Advertisment

  • inibizione di 1 mese per i fatti vergognosi di Genoa-Siena (la partita sospesa dai tifosi, con ritiro delle maglie e una rassegna stampa internazionale che ci ha posizionati agli ultimi posti della classifica “paesi più civili”);
  • indagine su mancato versamento di IVA.

Ancora due importanti voci da inserire in un già lungo curriculum, dunque.

La cosa sconvolgente è la seguente: è il Genoa stesso che aveva segnalato il mancato versamento, per un totale di 8 milioni di euro. Il GIP ha rigettato la richiesta della Procura di Genova. Alle persone per bene solitamente viene comminato un sequestro, ma a Preziosi, alleato prezioso in un perverso mondo di manager, viene concesso tutto. Forse perché serve ancora a qualcuno?

Advertisment