Menu Chiudi

Era il 2006…

Era il 2006. Ci avete tolto l’anima inventando la più grande FARSA della storia del calcio italiano: solo per distruggere una squadra da sempre vincente, e che aveva gettato le basi per un nuovo grande ciclo di vittorie e trofei.

Advertisment

Indagini pilotate, intercettazioni manipolate, telefonate selezionate: questa è stata FARSOPOLI.

Un processo sportivo improvvisato, durato solo 86 giorni, il tempo necessario per indicare la Juve come capro espiatorio. Una GIUSTIZIA SOMMARIA, che ha accontentato tutti quelli che odiavano la Juve: tipico dell’italiano medio.

Sei anni di umiliazioni, accuse, insulti in nome di una verità stuprata:  91 punti!!!

Advertisment

Ma noi abbiamo accettato col silenzio, senza protestare. La nostra storia ci ha imposto di andare avanti, il nostro DNA ha dato prova di poter sopportare tutto. E noi lo abbiamo fatto. Abbiamo dato la possibilità, in sei questi sei anni, di far vincere le altre: alcune hanno sfruttato l’occasione, altre no.

Ma ora che siamo tornati, ci stiamo riprendendo tutto, con i dovuti interessi. Ora Moggi non c’è più, non ci sono gli arbitri che, secondo FARSOPOLI, hanno aiutato la Juventus, non ci sono le presunte sim svizzere. C’è invece la Juve di sempre, le altre di sempre. A chi, in questi sei anni ci ha accusato di aver vinto solo perchè abbiamo rubato, dedichiamo questa splendida vittoria, fatta di sacrificio e sudore.

Pensavate di aver ucciso la Juventus, di averla tolta di mezzo. Ma la Juventus è immortale, come l’araba fenice che risorge dalle sue ceneri. Sembra quasi che questa imbattibilità sia la prima ricompensa per tutto ciò che abbiamo subito. Sembra un disegno scritto dall’alto. E questo capita solo a chi ha sempre vinto.

La terza stella è nostra! GRAZIE DI TUTTO!

Advertisment