Allegri sembra particolarmente in attesa del trequartista, fondamentale nel nuovo progetto tattico che prevede un centrocampo muscolare, un attacco senza Tevez, e appunto un 10 capace di apportare fantasia e scatenare gol.

Advertisment

Attacco ben assortito, centrocampo che ha perso sì due fenomeni, ma trova la conferma di Pogba e Marchisio, la promozione di Pereyra, il ritorno di Asamoah, e l’inserimento di Sturaro e Khedira. Potrebbe bastare in Italia, ma in Europa è tutta da vedere.

Advertisment

La difesa punta sulla crescita di Rugani, praticamente un must dopo gli infortuni a Barzagli e Chiellini. Il rientro di Caceres è prezioso, ma il ragazzo ha troppe volte alzato bandiera bianca (l’anno scorso solo 14 partite).

Così tutto ruota attorno al trequartista. Fantasia e assist, gol e dribbling. E’ il regista offensivo che ci serve tanto perché senza Pirlo e Tevez perdiamo molto in imprevedibilità, con l’ultima idea di poter usare un Pogba dietro le punte (ma su questo punto torneremo, perché l’idea non convince del tutto).

Serve il fantasista, senza farsi prendere per la gola.

Advertisment