Il pareggio contro i turchi dispone domande. Le solite. E in realtà le risposte le abbiamo già. Ora è il momento di fare gruppo e unire le forze.

Advertisment

Gli infortuni a Vucinic e Lichtsteiner (soprattutto quest’ultimo) non ci fanno stare felici, visto che le alternative sulle fasce scarseggiano. Leggerezza di un mercato molto positivo in avanti, tranne che per le corsie laterali dove non è stato fatto nulla. Conte vorrebbe alzare la voce, ma sa benissimo che in questo momento è ora di fare da collante.

Di crisi non si tratta, solo di eccessive disattenzioni difensive che stanno penalizzando l’intera squadra. Che sia saltato qualche equilibrio tattico? Che il filtro di centrocampo non stia funzionando a dovere in questo momento?

Advertisment

Sempre le solite domande, magari enfatizzate dal fatto che il 3-5-2 si basa su una grandissima corsa laterale e grande energia a centrocampo. Il punto debole è proprio qui: le corsie laterali.

Domenica sera toccherà a Isla sostituire lo svizzero, mentre in attacco al posto del montenegrino giocherà Quagliarella che in due serate di Coppa Campioni ha trovato due gol. E in ogni caso, i ricambi non ci preoccupano.

Altro trittico da brivido in vista. Milan, Fiorentina e Real Madrid. Troviamo le motivazioni, troveremo le vittorie e il grande gioco.

Advertisment