Menu Chiudi

Forse il segreto del successo è questo…

Non avrei mai pensato di usare le partite di Ibra, ma le uso proprio perché il personaggio è quello che si può disegnare come il meno juventino di tutti. Zingaro di professione e con ciò intendendo il fatto che Ibra sposa quanti zeri sono scritti sul contratto, mica colori e maglie che bacia a ripetizione come fossero, appunto, semplice magliette. Senza cioè pensare che dietro qualche colore ci possa essere una filosofia, una storia che, forse, meriterebbero maggior rispetto.

Advertisment

Advertisment

Uso perciò le sue parole e lancio un dubbio: non è forse per questi aneddoti che la Juve, l’ultima vera Juve, vinceva!?

Una volta dopo una sconfitta in Champions nel 2005 a Liverpool, cominciò ad urlare fortissimo contro Lillian (Thuram) che aveva perso il suo uomo in occasione del gol. Poi prese a calci così forte un lettino dei massaggi che tutti noi eravamo semplicemente sedutì li, guardando il pavimento. Nessuno muoveva un muscolo e soprattutto nessuno ha mai più osato ripetere in partita quello che aveva fatto Thuram.

Advertisment