Menu Chiudi

Gazzetta contro Errani: altra intimidazione mafiosa

Ormai seguiamo con disgusto il lavoro della Gazzetta, ma come già detto non ci sentiamo di stare in silenzio. Il silenzio ti fa morire, piano piano, e noi vogliamo vivere.

Advertisment

Sara Errani, la tennista italiana, rilascia una intervista in cui rivela la sua passione per la Juve e lancia qualche battuta piccante sui nerazzurri. In un Paese libero si può fare, in fondo ha espresso una sua libera e assolutamente semplice idea. In un Paese libero, non in Italia. Infatti ecco la risposta, prontissima, dei Cazzettari:

Sara Errani, l’azzurra finalista al Roland Garros, e Luis Garcia del Moral, chiacchieratissimo medico spagnolo nel mirino dell’antidoping Usa con la pesantissima accusa di aver fatto da responsabile doping alla US Postal di Lance Armstrong tra il 1999 e il 2003.

Nelle edizioni del 6,7,8 e 9 giugno 2012 lo stesso giornalaccio rosa sprecò elogi per la piccola Sara, descrivendola come bravissima ragazza ed esempio per lo sport italiano. Come mai questo cambio di opinione repentino? Strano tempismo in quella che sembra una intimidazione bella e buona. Mai parlare male dei nerazzurri…

Advertisment

A rispondere all’articolo della Cazzetta è il fratello della Errani:

Gli unici rapporti che abbiamo avuto con del Moral risalgono a due anni fa quando a Sara serviva un esame cardiaco, ma lui non è mai stato il nostro medico.

I nostri migliori auguri per la Errani. Le consigliamo comunque di tifare Juve con ancora più forza, magari seguirla in modo costante perché le soddisfazioni saranno ancora tante.

Per il resto chiediamo invano che qualcuno intervenga per ristabilire un minimo di dignità ai fogliacci che escono di mattina in edicola.

Advertisment