Seconda vera uscita stagionale per gli uomini di Antonio Conte. C’è da verificare la tenuta e cementificare un gruppo che si gioca tanto nell’anno che sta per cominciare. Diverse le sorprese, anche negative. I nazionali per esempio sono rimasti a Torino: devono lavorare tanto per recuperare il tempo perso e arrivare pronti all’11 agosto. E c’è l’assenza pesante di Mirko Vucinic: Conte non vuole rischiarlo visto che il genio montenegrino ha accusato un piccolo affaticamento. Niente allarmi: con i carichi di Conte può capitare.

Advertisment

Herta Berlino - Juventus: la formazione

Herta Berlino - Juventus: la formazione

Attacco tutto affidato a due uomini che si giocano la loro permanenza alla Juve. Matri e Quagliarella, Quagliarella e Matri. Non vi sono dubbi che ogni minuto è per loro un esame. Da superare a tutti i costi perché Marotta incombe sul mercato: un colpo la Juve lo farà, lo farà di certo. Boakye darà il cambio a uno dei due durante la gara.

Rosa striminzita. Ci saranno Vidal e Asamoah, due papabili titolari a Pechino, con Padoin in panchina pronto al subentro e con lui i giovani della Primavera. In cabina di regia ci si attende un’altra straordinaria prova di Luca Marrone: altro che Verratti, il vice Pirlo ce l’abbiamo in casa.

Advertisment

Capitolo difesa: siamo coi cerotti. Lucio sul centro-destra, Masi in mezzo (la sua conferma appare quasi scontata, a meno di clamorose operazioni sul mercato) e Rugani sul centro-sinistra. De Ceglie opererà da fluidificante. A destra pesa l’assenza di Pepe, fuori dai giochi pure per Pechino, e quindi Lichtsteiner avrà molto da correre.

Attenzione alla sorpresa Krasic: vetrina o è vera la voce secondo cui Conte pare aver visto una luce diversa nei suoi occhi?

In questa pagina vi raccontiamo la partita in diretta, con cronaca di @sygon85. Seguiteci sull’hashtag #iojlive e commentate qui sotto Herta Berlino-Juventus.

[alex-hashtag-grabber hashtag="iojlive"]

Advertisment