Menu Chiudi

I 4 clamorosi strafalcioni del sito del Milan

Il sito del Milan è ormai diventato un luogo di divertimento. Se la tua giornata è triste fai un salto… e sorridi.

Advertisment

Dalle gomitate di Pirlo (e pensare che a restarci male sono stati i rossoneri, non Andrea da Brescia che per 10 anni ha contribuito alle vittorie) a Photoshop usato male, dalla news di stamattina al benvenuto a Riccardo Montolvio.

Advertisment

“Che c’è di strano?” direte voi. Nulla se non fosse che:

  • le gomitate di Pirlo sono un modo volgare e scorretto di attaccare, in realtà, la Juve. Non abbiamo ancora capito se era più ridicolo far passare Pirlo per fabbro o svendere immagini e video davvero divertenti sull’argomento;
  • il Photoshop usato male ormai lo sapete: il famoso gol di Catania, che gol non era, ma a Milano hanno uno strano concetto del regolamento: i calci d’angolo si battono con l’uomo che scende direttamente dal terzo anello, mentre i gol fantasma sono tali solo se a favore;
  • la news di stamattina toglieva lo scudetto alla Juve per assegnarlo al Milan, tenendo conto il biennio: grande esercizio di idiozia;
  • e a Riccardo Montolivo sono stati ritoccati i tabellini e le statistiche: spuntano due misteriosi gol che il centrocampista, ormai ex Viola, non ha mai segnato. Montolivo ha infatti segnato 7 gol con l’Atalanta, 17 con la Fiorentina, 1 con l’Italia Under 19, 3 con l’Under 21, 1 gol con la Nazionale, 1 gol all’Olimpiade. Fa 30 il totale, non 32.

Qualcuno dica all’amministratore del sito che Zelig fa parte della stessa scuderia che appartiene a Berlusconi: la concorrenza interna non è ammessa.

Advertisment