E’ del tutto logico e plausibile che un professionista richieda un adeguamento contrattuale nel momento in cui le prestazioni crescono (in quantità o in qualità). E parlo di un professionista in qualunque settore. Fatto che trova palese conferma nel mondo del pallone. Segni una tripletta? Allora puoi chiedere un milione in più. Hai giocato otto partite di fila? Allora puoi chiedere il 20% in più. La cosa più curiosa è che tali richieste giungono principalmente dai procuratori. Spesso e volentieri i giocatori vengono informati dopo. Ovviamente anche i giocatori si adeguano e si comportano nel modo più errato possibile.

Advertisment

La cosa ancora più curiosa è che le società sono ormai schiave e prigioniere dei propri giocatori e dei loro procuratori. A richiesta segue firma. Sempre. Altrimenti c’è la minaccia del “me ne vado”. Fin qui la cosa potrebbe essere accettabile. Quello che continuo a non capire è la asimmetria rispetto al mondo professionistico oltre-calcio. In tal caso, infatti, se un professionista non rende a dovere viene cacciato o il suo contratto viene ridimensionato in compiti e soprattutto denaro percepito. Questo non trova alcuna conferma nel mondo del calcio.

Advertisment

Prendiamo Alex Del Piero. Negli anni il suo contratto si è allineato sempre più a cifre superiori. Contratto rinnovato, contratto aumentato. Ma di riflesso non si può discutere nemmeno un centesimo degli euro che il Capitano percepisce. I risultati sono stati sempre dalla sua parte. Pochi anni fa la scelta di ridimensionarsi: certo di poco, ma una scelta dovuta.

E prendete adesso uno qualsiasi dei fenomeni da due giornate. Fanno un assist e chiedono il ritocco dell’ingaggio ottenendolo. Poi scompaiono per un anno e il loro contratto non viene toccato al ribasso. Strano no? Secondo me sarebbe una buonissima cosa. Risolverebbe un pò di problemi con tutti quei giocatori che appagati dall’ingaggio tendono a scomparire e a non sudare come dovrebbero. Prendete Amauri: ha chiesto ed ottenuto un ritocco e ora? Che facciamo? Ci restituisce il ritocco o monetizziamo vendendolo? Io gli dimezzerei l’ingaggio e poi vediamo se non si dà una mossa in campo! Ma sono un sognatore. E sogni rimaranno!

Advertisment