Menu Chiudi

I tre dell’Ave Maria

Advertisment

I tre dell’ave maria è un modo di dire che si usa solitamente quando si vuole indicare persone che son sempre insieme, ecco alla Juve ci son giusto tre giorcatori che per forza di cose si ritrovano sempre insieme, tre fino a ieri sera perché finalmente uno di essi è stato ceduto in prestito temporaneo.

Inizio a parlare proprio di lui, “El Malaka” Jorge Martinez, alla maggior parte dei tifosi bianconeri questo nome fa venire in mentesubito i 12 milioni di € spesi o “regalati” al Catania per il suo cartellino. Un acquisto che molti di noi han trovato inutile soprattutto a quel prezzo, l’uruguagio classe ’83 arrivava da tre buone stagioni nelle file degli etnei realizzando 22 reti in 86 presenze. Il 1 Luglio del 2010 parte ufficialmente la sua storia bianconera condita da 14 e 0 gol, bè che dire, al debutto a Bari si fa subito male, al rientro dopo un mese si procura una frattura al secondo metatarso del piede destro e sono altri tre mesi; da li a fine stagione poche presenze e di poco valore.

La stagione dopo passa in prestito al Cesena, anche li 13 presenze e nemmeno un gol, la squadra retrocede e il giocatore rientra alla base sapendo già di non rientrare nei piani di Mister Conte, dopo aver passato un’estate da separato in casa senza aver trovato una sistemazione finalmente nella serata di ieri arriva l’ufficialità del suo passaggio in prestito al Cluj in Romania.

Io, come credo molti altri, non mi sento di dare un voto all’esperienza bianconera di Jorge, sicuramente anche i problemi fisici hanno contribuito a questo flop ma sicuramente il prezzo che abbiamo pagato è stato molto alto e non riesco a capire cosa è stato visto in questo giocatore di cosi particolare.

Advertisment

Passiamo a Reto Ziegler, a parer mio ottima riserva sulla fascia sinistra, ma mai considerato dal Mister, lo svizzero arriva a parametro zero dopo ottime annate alla Sampdoria, fa tutta la preparazione con la squadra per poi passare in prestito al Fenerbahce dopo disputerà un’ottima stagione e fare ritorno a Torino dopo non essere stato riscattato.

Anche quest’estate prende parte alla preparazione gioca degli spezzoni di partita nelle amichevoli sapendo di essere in vendita e non far parte del progetto, arrivati al 4 Settembre si pensa per lui ad un ritorno in Turchia visto che in molte nazioni il mercato è chiuso, proprio ieri ha rilasciato dichiarazioni dure nei confronti della società e del Mister, dicendo: “Sicuramente quest’anno giocherò con la maglia della Svizzera, durante gli allenamenti sentivo di meritarmi il posto ma lottavo contro un muro, era completamente inutile quello che facevo”. Sicuramente Reto troverà una sistemazione in questi ultimi giorni che gli permetterà di giocare.

 

 

Arriviamo all’ultimo dei tre, Vincenzone Iaquinta, anche per lui gli infortuni han pesato molto negli ultimi due anni passati ai margini della squadra; arrivato nell’estate del 2007 dall’Udinese per 11 milioni di € Vincenzo parte subito alla grande firmando una doppietta al debutto. Ad oggi vanta 86 presenze e 30 gol in bianconero e 7 presenze e un gol su rigore al debutto nella parentesi al Cesena dello scorso Gennaio.

Di lasciare la Juve e il suo alto ingaggio sembra non volerne sapere, si parla di numerose offerte rifiutate da parte del giocatore, arrivati a questo punto sapendo di non far parte del progetto e andando incontro ad una stagione da passare sul divano a guardare gli altri perché caro Vincenzo non accetti e non hai accettato niente di quello che ti è stato proposto?? Un calciatore dovrebbe aver voglia di giocare sempre e nelle società che credono in lui, che senso ha stare li da parte a prendere lo stipendio Juventino se non fai più parte del mondo Juventino??

Advertisment