Menu Chiudi

Il Corriere dello Sport ci dice come finirà per Mauri e la Lazio

Sanno tutto. Lo sanno prima. Prima degli altri. Forse perché ben informati. Forse perché studiano di più. Magari hanno gli strumenti, conoscenze e contatti, migliori di quelli nostri. Sarà, ma i giornali, certi giornali, ci azzeccano quasi sempre.

Advertisment

Metti ci azzeccassero pure stavolta. Sul caso Lazio e Mauri il polverone è già alto. Dipende poi che vuol dire alto. L’informazione ha spostato il tutto in quattordicesima pagina. Anche più in là se PSG e Real e Bayern hanno litigato o puntavano obiettivi di prestigio.

Il fatto è che una simile sentenza sarebbe ancora una picconata a quel briciolo di credibilità che – dicono loro, perché noi nemmeno più quella – rimane alla Lega e alla Giustizia Sportiva italiana.

A Mauri solo 6 mesi: il testimone non è attendibile. Tal Gervasoni, attendibilissimo e anzi perno di alcuni ragionamenti e sentenze pregresse. Attendibile a targhe alterne, come la freccia accesa per il carabiniere: ora sì, ora no, ora sì, ora no.

Advertisment

Per la Lazio uno scappellotto e via: così non si fa, la prossima volta saremo più duri. Pena pecuniaria e si parte alla pari con tutti.

Nel frattempo il silenzio ha fatto bene. Del calcioscommesse non si sa più nulla. Tutto messo a tacere. Conte ha pagato, la Juve ha seriamente rischiato di pagare (per via della squalifica di Conte e del povero Alessio), mentre degli altri non si deve sapere. Quel Milan-Bari non è mai stato approfondito, c’erano un paio di partite dell’Inter, poi la posizione di Gianello e del Napoli, ma a chi vuoi che importi?

Si parte alla pari. Così vogliono i grandi capi. A noi torna comodo: vogliamo vincere sul campo, dove abbiamo sempre vinto. Contro tutto e tutti. Contro pure dei testimoni ora attendibili… e ora no!

Ora, e chiudiamo, ci resta un’ultima domanda: nel frattempo Mauri ha praticamente gravato sugli avversari, eppure non avrebbe potuto, o sì? Criscito non è andato agli Europei che si svolgono una volta ogni quattro anni. E poi c’è quel dubbio: ma le partite si son truccate da sole? E se sì: Clio Makeup è colpevole di qualcosa?

Advertisment