Menu Chiudi

Il festival della vendetta e della vigliaccheria

Chissà perché capita sempre ai più buoni e ai migliori. Meglio: il perché purtroppo lo capiamo, non riusciamo a capire in realtà perché non si riescono ad arginare certe stronzate da giornalai venduti.

Advertisment

Capita in Spagna, in queste ore, dove sta montando una stranissima e vigliacca e vergognosa campagna stampa contro Lionel Messi, il giocatore più forte al mondo ormai da un po’ di anni e lo sarà ancora per molti anni. Uno dei più forti della storia a cui manca un solo sigillo ufficiale (leggi Campionato del Mondo per Nazioni).

La campagna stampa in oggetto lo sta prendendo di mira per due strani motivi. Uno è l’uscita che l’argentino ha avuto nei confronti della marionetta di Mourinho. Purtroppo è la verità, non ne conosciamo le parole, ma non facciamo fatica ad ammettere che è comunque la verità. Andrebbero indagati i toni, ma non il contenuto. Ammesso che poi Messi abbia detto davvero una cosa del genere. E se l’ha detto, ripetiamo ancora, ha semplicemente sancito una verità.

Advertisment

E allora mi viene naturale ragionare come segue. Perché anche oggi un paio di giornalacci (guarda caso c’è di mezzo la Gazzetta) rilanciano una foto e un articolo che meriterebbe l’espulsione dall’albo dei giornalisti (ammesso che in Italia tale albo abbia qualche tipo di valenza). “Lo sputo di Messi a Cristiano Ronaldo”. Analizziamo la foto per piacere:

Messi sputa a Ronaldo? Davvero?

Messi sputa a Ronaldo? Davvero?

Intanto non possiamo non domandarci quale sia la distanza fra i due ragazzi. Vicinissimi non lo sono e in realtà non sono nemmeno vicini. Ronaldo non guarda, mentre Messi sì. Travestiamoci da RIS. La traettoria dello sputo va verso Ronaldo? Sì. Lo sputo ha la forza di arrivare a Ronaldo? Dipende la distanza. E fin qui tutto corretto, tranne che mi viene in mente un’altra domanda: ma veramente qui Messi sputa a Ronaldo? O semplicemente un fotografo ha immortalato uno dei gesti più naturali che un calciatore compie mentre corre e suda in campo?

Torniamo seri. La vigliaccata che si sta consumando in Spagna è alquanto singolare. Viene toccato Mourinho e qualche giornalista ha risposto a tono (cioè nei toni di Mourinho, si intende). Che si stia facendo un po’ di casino per evitare a Messi il quinto pallone d’oro consecutivo? O che qualche giornalista un po’ troppo tifoso stia cercando di farsi una strana giustizia da sé?

Eppoi resta un’ultima domanda: quello sputo… ha lo stesso effetto che Messi riesce a imprimere ai suoi tiri?

Advertisment