Menu Chiudi

Il grande freddo

Sembra un po’ stonare il titolo con l’arrivo della Primavera e dei primi caldi. Ma in riferimento a Calciopoli La Vendetta è perfetto. C’è freddo a Milano, negli uffici della Saras. C’è freddo pure a Napoli dove il sole non riesce a far luce su una delle vicende più scandalose che gli occhi umani abbiano mai potuto vedere.

Advertisment

Bergamo parla, ma si scopre che aveva già parlato. Aveva raccontato tutto, ma proprio tutto. A chi? A chi poi ha insabbiato, ovviamente. Ora chi aveva insabbiato è costretto a riprendere paletta e secchiello perché come allora l’opinione pubblica conta. Stavolta però è diverso: l’opinione pubblica e i tifosi tutti vogliono la verità. Non c’è un obiettivo da distruggere: c’è la verità che deve essere appurata. E bisognerà pure restituire a chi ha perso molto, e poteva perdere anche di più, quanto dovuto. Da Moggi a Giraudo, dalla Juve alla Fiorentina, dal Milan alla Reggina. In questa minilista si nota subito una differenza: l’unica ad aver subito una violenza gratuita e incommensurabilmente diversa dalle altre è la Juve. Che è stata distrutta nell’animo e nella struttura, nel parco giocatori e nel parco dirigenza. E questa cosa proprio non può essere presa per buona. Non si può dire “scusate, abbiamo sbagliato” o peggio “abbiamo esagerato”. Se così è, e così è perché un po’ sappiamo leggere, allora oltre alle scuse è dovuto pure un lauto risarcimento.

Advertisment

Quanto agli altri, visto che stanno uscendo fuori delle telefonate con arbitri – e badate che fino a qui si sono cercate ma non ne sono venute fuori fra Moggi e gli uomini in giacchetta nera – bisognerà fare chiarezza e pulizia. Ma pulizia vera, reale, efficace. Nel frattempo la stampa estera, che aveva già capito tutto perché al non-servizio dei vari ladroni italiani quali Moratti e Soci, si scatena: urla per il furto totale ai danni del Barca, ci prende per il culo per i non-processi che hanno messo in ginocchio il calcio italiano e c’è la netta sensazione che a livello di mercato l’Italia rischierà grosso. Che dire: grazie a tutti!

P.S.

Il mio ritmo è diminuito in questi ultimi giorni causa IKEA! Tornerò settimana prossima!

Advertisment