Menu Chiudi

Il modulo della Juve dipende da Pepe

Convinti del 4-3-3, convinzione che Conte ha, va sottolineato come questo modulo si basa principalmente sulla presenza e sulla buona forma di Simone Pepe. Perciò la scelta di tale modulo verte sulle sue condizioni di salute.

Advertisment

Ecco perché già ieri sera circolavano voci di un possibile ripensamento. La Roma sta cercando in tutti i modi di emulare il gioco della Juve, non riuscendovi. Centrocampo con tanti uomini, terzini di spinta ad accompagnare la manovra, attacco molto mobile.

In casa giallorossa c’è il problema Borini: il mal di schiena potrebbe tenerlo fuori, almeno per una maglia da titolare, mentre sono ok sia Totti sia Osvaldo.

Advertisment

In base a queste informazioni, con un De Rossi che slitterà in difesa, ecco che Conte sta pensando al 3-5-2: non proprio speculare, ma certamente schema adatto ad attaccare meglio gli spazi intasati giallorossi. E poi c’è un dubbio irrisolto: Pepe ha subito un colpo in allenamento? Voce non confermata.

In ogni caso appare scontato l’impiego di Vucinic e Quagliarella, a meno che il cambio di modulo non significhi la sostituzione di Quagliarella con uno fra Matri e, ahinoi, Borriello. In panchina c’è comunque Alex Del Piero all’ultima sfida con Francesco Totti.

P.S.

Berlusconi è tornato Presidente del Milan e la Macchina del Fango è ripartita. Sarà pura e semplice coincidenza? Per rinfrescarvi un po’ le idee conviene leggere questo articolo.

Advertisment