Menu Chiudi

Il procuratore Lepore: dopo Calciopoli la Ferazione Italiana è peggiorata!

Lo dice Lepore, procuratore di Napoli:

Advertisment

Col processo di Calciopoli abbiamo evidenziato molte cose che non andavano, abbiamo dato la possibilità alla Federazione Italiana di cambiare qualcosa ma non è cambiato nulla.

Di certo non è una novità. Molti protagonisti lo hanno affermato a più round in questi anni e soltanto i discutibili professionisti dell’informazione erano sicuri del contrario.

Le affermazioni di Lepore riaprono dunque scenari importanti e sembrano certificare la farsa conosciuta come Calciopoli.

Advertisment

Che non è cambiato nulla lo sapevamo già, che qualcosa deve cambiare è invece una speranza. La speranza di chi riconosce un giocattolo rotto e vuole rivedere calcio, vuole tifare senza la paura di essere presi in giro. Magari respirare un’aria più pulita, dove le bandiere sono bandiere nei fatti e non nei contratti multimilionari. Dove la moviola non la fa da padrone a scapito della tecnica e dello spettacolo delle giocate dei talenti in campo. Dove i Presidenti fanno i presidenti e meno le star.

Forse è un’esagerazione, forse sto chiedendo troppo. Molto passerà da una gestione coscienziosa di Scommettopoli.

Non aiuta l’abbandono di Narducci, non aiuta il silenzio assordante dei media su Calciopoli, e non aiuta un atteggiamento sconcertante del gruppo RCS.

Caro Procuratore Lepore, dopo Calciopoli non è cambiato nulla, anzi sì: è stata distrutta la Juventus. E la rabbia sta montando. Spero solo che la rabbia di tifosi indignati non si trasformi in rabbia-di-tifosi-incazzati. A quel punto la situazione precipiterebbe in modo vertiginoso e anche pericoloso.

Advertisment