Da qualche secondo siamo oltre il minuto 90. I nerazzurri attaccano, anche perché Mancini ha tirato via tutto il centrocampo e messo dentro tutti gli attaccanti che aveva in panchina e a casa.

Advertisment

Calcio d’angolo interessante che Ljajic e Nagatomo sciupano. Sulla ripartenza Murillo salta a vuoto, Miranda atterra l’avversario in area, con la porta ormai spalancata. E qui comincia il delirio.

Advertisment

Mancini si lamenta per una espulsione di Berardi (che segnerà il rigore). Non si lamenterà invece per il mancato giallo a Miranda durante i 90 minuti, e addirittura non farà accenno che il cartellino doveva essere rosso nell’episodio del rigore. L’attaccante del Sassuolo è solo davanti ad Handanovic.

Ma si prosegue. Prima del calcio di rigore, D’Ambrosio cerca di innervosire Berardi scatenando una mezza rissa, subito placata. Non c’è il giallo. Battuto il rigore, lo stesso D’Ambrosio prende la palla e la calcia verso Berardi che sta festeggiando. Solo giallo.

Così come solo Piagnisteo Mancini e chi tifa per quei colori può fare: protestare nonostante anche in questa partita gli episodi arbitrali gli sono ancora a favore.

Advertisment