Menu Chiudi

Intervista shock a Locatelli: “Il metodo Carobbio”

Radio Sportiva ha raggiunto l’ex giocatore del Milan al telefono. Thomas Locatelli è implicato in Scommessopoli e Palazzi ha chiesto per lui ben 2 anni di squalifica per il suo coinvolgimento in un solo match.

Advertisment

In questa piccola intervista Locatelli descrive bene quello che molti tifosi bianconeri sospettano e cioè che basti tirare in ballo uno juventino per ottenere attenzione particolare da parte di procure e da parte degli uomini vicini alla FIGC. Ecco un chiaro passaggio di Locatelli:

Mi dicevano che dovevo collaborare, dovevo fare dei nomi, ma io di nomi non ne avevo. Non mi sembra corretto tirare in mezzo giocatori che non c’entrano nulla solo per alleggerire la mia posizione.

Advertisment

Invece vedo gente che ne ha fatte di tutti i colori, che magari ha sparato qualche nome grosso, forse perché c’entra forse perché fa sensazione, e adesso si becca sconti di pene, magari solo 20 mesi.

Il riferimento appare fin troppo chiaro. Carobbio si beccherà 20 mesi di squalifica e Carobbio ha tirato in mezzo nomi grossi, tipo Conte (tuttora completamente ignorato dalla Giustizia Ordinaria e da quella Sportiva).

L’ipotesi di Locatelli ci sconcerta. In questo strano mondo dove niente ha senso, visto con gli occhi della semplice logica, vi è la convenienza a nascondere certi fatti e privilegiare il gossip. Si ottiene così visiblità, si ottiene qualche pagina di giornale, magari si ottiene qualche amicizia che può sempre tornare comoda.

Caro Thomas, che erroraccio che hai fatto?!? Bastava fare un nome qualsiasi della Juve e… oplà… diventavi un oracolo per la Gazzetta e la Repubblica e magari tornavi a giocare fra qualche mese.

Advertisment