Menu Chiudi

Italia-Danimarca: se Bendtner bussa di nuovo, Conte risponde?

Il bad-boy danese, quello delle bravate, per intenderci, ha bussato.

Advertisment

Dopo aver perso i chili di troppo, dopo la manciata di minuti contro il Chievo, ha avuto dalla Danimarca la possibilità di farsi vedere e ha bussato, senza neanche mostrare gli slip!

Ha bussato anche alla porta di Conte.

Qualche giornalista-giornalaio ha già scritto che tanto Conte non lo prenderà mai in considerazione perché non è stato scelto da lui. Farà la fine di Elia. Così dicono.

Conte non è cretino. Vidal non lo ha scelto lui, è tutto merito di Marotta, ma Conte ha addirittura cambiato modulo per farlo giocare.

Quindi il discorsetto stupido non può reggere nemmeno per Bendtner.

Se il ragazzo ha messo davvero la testa a posto e dovesse essere utile per la Juventus, Conte di certo aprirà la porta.

Advertisment

Un fisico così, in mezzo all’area avversaria, non si butta via, se decide di bussare.

All’uscita dal campo al termine di Juve-Chievo, si incamminava verso gli spogliatoi affiancato a Bonucci. Bonucci sembrava piccolo.

Giovinco, Quagliarella e Matri alternano cose buone ad altre meno.

Se Bendtner dovesse meritarselo, verrà il suo turno.

Martedì proverà a bussare di nuovo, stavolta contro l’Italia. Conte avrà occhi per i suoi azzurri ed occhi speciali per lui, una partita tutta da vedere.

Noi tiferemo Italia ma non ci dispiacerebbe per niente una vittoria con un goal subito. Segnato da Bendtner.

E se Buffon non dovesse farcela per martedì, il danese potrebbe ritrovarsi due volte di fronte a De Sanctis nel giro di pochi giorni, martedì e sabato.

Advertisment