Menu Chiudi

Jovetic erede di Del Piero? Marotta ci pensa

Le meravigliose prestazioni di Del Piero hanno fatto nascere più di un dubbio in casa bianconera. In particolare, sono due le domande che ogni tifoso juventino si sta facendo:

  1. cosa sarebbe accaduto se nelle partite di questo 2012 Del Piero fosse stato impiegato in modo regolare?
  2. chi potrà mai raccoglierne l’eredità quando il Capitano lascerà l’attività agonistica (almeno alla Juve)?

La risposta alla prima domanda non la conosciamo. Anzi, abbiamo forse un po’ di timore a rispondere che “forse la Juve avrebbe più punti di quanti non ne abbia oggi in classifica”. E perciò proviamo a rispondere alla seconda.

Una delle idee di Antonio Conte si chiama Sebastian Giovinco. Più volte l’allenatore bianconero ha espresso il suo parere sul prodotto del vivaio juventino: “Mi piacerebbe allenarlo”. Che sia un invito esplicito al giocatore e alla società per farlo rientrare alla base lo sapremo soltanto fra giugno e luglio.

A dispetto della volontà di Conte, la posizione di Giovinco è purtroppo in bilico e ciò a causa della recente esperienza con la maglia della Juve (viziata in realtà da un cattivo uso sia di Ranieri sia di Ferrara) e perciò i tifosi sono nettamente divisi. In più c’è da contrattare con Ghirardi che vorrà tirare su il prezzo. Questa pazzia di vendere metà cartellino è a me inconcepibile e speriamo che quello di Immobile non complichi le cose per un suo approdo (eventuale) a Torino.

L’uomo che in realtà stuzzica la fantasia di Agnelli e Marotta è Jovetic. Montenegrino, giocherebbe in coppia col connazionale Vucinic, il numero 8 viola ha le caratteristiche ideali per il gioco di Conte. Può giocare come esterno d’attacco, con indubbie capacità di accentrarsi per tentare la via della rete o servire l’assist ai compagni, e può operare come seconda punta. Il dinamismo è eccezionale e il processo di crescita, dopo il terribile infortunio, prosegue con ottimi risultati. Forse c’è da valutare il pericolo di ricadute che ogni tanto ne bloccano le ottime prestazioni.

Prezzo? Difficile tenerlo sotto i 20 milioni di euro, soprattutto in ottica di un’ottima considerazione che il talento di Firenze gode a livello internazionale. E’ ancora giovane e certamente l’affare verrà preso in considerazione dalla dirigenza. Serve assolutamente un elemento come Jovetic. Più un fuoriclasse già affermato. A quel punto Conte non mollerebbe la Juve per nulla mondo…