Menu Chiudi

Jovetic? Non sarà come con Melo

La Juventus alla svolta di mercato: si punta forte su Jovetic, giovane montenegrino dai piedi fatati. Lo conosciamo tutti, e sappiamo il suo grande valore: quest’anno ha dimostrato anche di poter giocare da prima punta, facendo gol.

Advertisment

Noi abbiamo ipotizzato un doppio colpo, con Jovetic più una punta meno chiacchierata rispetto all’ormai famoso top player. La questione però rischia di diventare un’altra: Marotta ieri si è visibilmente esposto sul gioiello viola, affermando che il giocatore corrisponde al profilo tracciato dalla Juventus. Dall’altra sponda del fiume, il ds viola Pradè ha inizialmente respinto qualsiasi richiesta della Juventus, rifiuto avvalorato anche dal fatto che Jovetic è stato scelto come testimonial per la nuova stagione e modello per la presentazione delle maglie.

Advertisment

Le dichiarazioni di Pradè, proprio nella giornata di ieri, hanno riaperto la trattativa: “Con 30 milioni la trattativa può iniziare”. La Fiorentina ha quindi fissato il prezzo (con la clausola imposta nel contratto: esagerato comunque secondo me), ma tenendo conto delle qualità e della giovane età, forse non si è troppo allontanata dalla sua valutazione. Ma quello che mi preme dire è che la Juventus non deve correre il rischio di fare tutto in fretta, acquistando il giocatore alle condizioni della Fiorentina. Certo che il cartellino è di proprietà viola, ma la Juve non può ripetere la vicenda Felipe Melo, nella quale quel furbacchione di Corvino fece un sol boccone dell’inesperto e ancor più ingenuo Alessio Secco. Ricordiamo che Melo fu acquistato per 20,5 milioni, più il cartellino di Marchionni (valutato 5 milioni): grande pacco!

Oggi c’è Marotta, non c’è Secco, ma ciò non toglie che la Juventus possa anche cadere in questa sorta di tranello, lasciandosi influenzare dalla paura di poter perdere un potenziale top player, visto che ancora non lo è, e visto che risulta anche difficile ingaggiare i veri top player. La Juve deve agire con calma, perchè ha tanti elementi a favore: innanzitutto è la Juventus, e a Jovetic non può che far piacere. La sua volontà può contare, e anche tanto: infatti la Juve aspetta un primo passo da JoJo. In secondo luogo perchè la Fiorentina ha fortemente ridimensionato il progetto: ad oggi ha perso Amauri, Behrami, Gamberini, Natali, Marchionni, Kroldrup e Montolivo: questo non può che giocare a favore di un’eventuale cessione, perchè effettivamente Jovetic non può stare in un contesto del genere, e merita sicuramente una squadra più attrezzata. In terzo luogo perchè la Juventus ha anche tante altre piste da percorrere, sebbene presentino molte più difficoltà, soprattutto per la questione ingaggio. Il quarto motivo, ultimo ma non certo per importanza, è la frase di mister Conte: “Il top player non dev’essere un top player dal punto di vista economico, ma dev’esserlo sul campo“, portando l’esempio di Vidal, acquistato per 10,5 milioni di euro ma ha reso da top player. Questo lascia intendere che anche altre strade, del tutto diverse, sono percorribili. La Juve ha tutte le ragioni per non agire tempestivamente, e lo ha già dimostrato nell’affare Verratti (quando il Pescara ha cambiato le carte in tavola).

Advertisment