Menu Chiudi

Juve, che combini? Qual è l’ultimo acquisto?

Voci che si rincorrono, giornali che vengono venduti con dentro tante false notizie. Di certo c’è che la Juve o è bloccata e non lo dice, o è semplicemente confusa e sta sprecando tempo prezioso.

Advertisment

In campionato si è capito benissimo che sotto la Juve ci sono i nerazzurri e il Napoli, dotate però di organici nettamente inferiori a quello bianconero. E questo gap va cavalcato e inasprito con l’ultimo grande colpo di mercato. I vari Isla (che avremo presto il piacere di vedere in campo) e Asamoah, Pogba e Masi, Giovinco e “praticamente” Marrone ci hanno fatto fare un notevole salto in avanti, ma per la qualità in attacco… stiamo ancora aspettando.

Le prime partite hanno palesemente dimostrato l’assenza di una punta forte, fortissima. Una punta molto fisica capace di giocare bene spalle alla porta (Matri non lo sa fare, è più attaccante da “spazi”) e concludere con più facilità in rete. Sia Dzeko sia Llorente sembrano corrispondere a questo profilo, ma sia Dzeko sia Llorente appaiono molto lontani da Torino. E questo non può andare bene perché i quattro attaccanti attualmente in rosa potrebbero rinvigorire l’unico difetto che ci manca di correggere: un attacco (o un attaccante) prolifico. L’anno scorso la chiave di volta fu il centrocampo, ma non possiamo certo affidarci sempre ai soliti uomini.

Advertisment

Conviene perciò sacrificare l’ultima parte di budget per l’attaccante: uno grosso, uno forte, uno esperiente, uno capace di mettere dentro i tanti palloni che vengono messi a disposizione per gli attaccanti. Non capisco l’inseguimento a Peluso (6 milioni di euro???) o Diakité (che ce ne facciamo?), gradirei inseguire altri nomi.

Bene Giovinco, crescerà ancora e ci darà una grossa mano durante la stagione, ma certo non è l’uomo da 20 gol. Benissimo Vucinic, l’unico giocatore forse intoccabile (esclusi i volti noti) di questa Juve, ma anche lui non è un bomber da 20 reti in campionato. Stesso discorso per Matri (che potrebbe ripetere la scorsa stagione) e Quagliarella (che tipo di apporto potrà dare?). Ma serve l’ultimo sforzo.

Non ci piace questa tattica attendista che ormai da due anni non sta pagando: Vidal l’abbiamo preso con un blitz, Pirlo è stato preso con un blitz quando si capì che non avrebbe rinnovato, Asamoah e Isla sono stati presi subito, a stagione nemmeno iniziata. Perché così non è stato con l’attaccante. Sfumato Van Persie, sembrano ora sfumati pure gli obiettivi secondari e questo non può andare bene.

Marotta fin qui ha operato stupendamente, ma manca la ciliegina. Ogni anno è mancata la ciliegina su una torta deliziosa: colmiamo questo gap nella storia recente bianconera per allargare il gap con le nostre rivali in Italia. E poi fiondiamoci in Europa.

Advertisment