Menu Chiudi

Juve: tra sogni, idee folli e realtà

Motta è il nome più concreto e reale. Ozil è una ipotesi pazzoide. Dzeko continua a essere un obiettivo difficilissimo da centrare. Joe Cole serve solo per vendere più copie del giornale. Più probabile invece che Krasic sblocchi da sé la propria situazione.

Advertisment

Potrebbe essere il giorno di Motta, resta da capire la formula. Che l’esterno destro piaccia a Del Neri è chiaro, che anche a Marotta l’operazione pare buona è acclarato. Che il difensore dell’Under 21 serve alla Juve, pure questo è certo. La valutazione del terzino è intorno ai 5 milioni di euro, poco più poco meno. La Juve intende però cautelarsi, come già successo col contratto di Pepe. Sarà Motta all’altezza del programma di Andrea Agnelli? La risposta la potrà dare solo il campo, magari già nei primi dodici mesi. Così, come per Pepe, sarà una sorta di prestito-prova con riscatto fissato oggi… per la prossima estate. Cosa che mi fa capire che due cose: le idee e il coraggio ci sono, ma le scottature del passato impongono una certa cautela nel valutare astri nascenti, talenti già affermati, o presunti tali. E la cosa mi sta bene.

Advertisment

Oggi Tuttosport ha lanciato l’ennesima cazzata: Ozil. Sul talento tedesco, di origine turca, c’è mezza Europa e la Juve è solo l’ultimo vagone degli interessati. Un vagone, occhio al dettaglio, scarico di soldi. Ma non è questo il problema. La Juve ha già in casa Diego e Ozil è semplicemente un Diego meno mobile, magari con più manovra nella testa e nei piedi. Ma a Ozil servono tempi di reazione più lunghi. Detto in altre parole, non so se potrebbe essere in grado di sopportare il pressing asfissiante del calcio italiano. Diego è già andato in difficoltà cronica (certo la squadra non lo ha aiutato), Ozil potrebbe fare la stessa fine. L’operazione è quindi impossibile: o torni a scommettere su Diego oppure Ozil non lo prendi, anche perché Diego dove lo metteresti in quel caso?

Probabilmente Marotta sta cercando di ammorbidire il brasiliano. E’ lui infatti l’unica chiave possibile per arrivare a Dzeko. Per acquistare il serbo, diminuendo drasticamente l’esborso di liquidi, occorre che Diego accetti la destinazione tedesca. Solo a quel punto si può intavolare una trattativa.

Il Corriere dello Sport mette in risalto la posizione di Joe Cole. Tempo fa avevo detto che poteva essere l’uomo giusto per il rilancio delle fasce. Zero euro a fronte di un ingaggio però maestoso. Con poco appeal in confronto a chi gioca in Champions. Affare, dunque impossibile. Intanto si avvicina l’esordio a Pinzolo. La curiosità è la disciplina che Del Neri e Marotta sapranno imporre al gruppo. E come il gruppo risponderà: fra i senatori con la valigia in mano e fra i ragazzi nuovi. La prima settimana sarà decisiva per cambiare in corsa i piani di mercato.

Advertisment