La vittoria vale solo per i 3 punti, per il resto evidenzia ancora una volta qualcosa che francamente proprio non mi spiego.

Advertisment

Bene la scelta iniziale degli undici, bene ovviamente per la squadra avversaria. Diego in campo quando non riesce più a spingere le gambe (e l’infortunio provvidenziale è solo il risultato di un trattamento inconcepibile da parte dello staff tecnico, ecco perché continuo a difenderlo), Giovinco in panchina. Nessuna mossa per sorprendere, nessuna variante per provare qualcosa di diverso nei movimenti, nelle tattiche, nelle posizioni, negli schemi. Hanno cacciato Ciro perché probabilmente non lavorava bene durante la settimana, ma io continuo a vedere che questo fantomatico lavoro non esiste e continuerà la sua assenza. Legrottaglie e Cannavaro non sono due giovanotti qualsiasi, anche Grosso ha un po’ di esperienza alle spalle per commettere quel gravissimo errore sul gol di Amoruso. La disattenzione solitamente è frutto di stanchezza o semplicemente è innescata da un meccanismo inconscio di totale distaccamento dalla realtà. E la realtà ha nomi e un contesto molto preciso: Calciopoli e la Nuova Proprietà/Dirigenza.

Sintomatico che un grido di dolore lanciato sul Web sfoci fra le curve. Significativo il fatto che tale grido produca una contestazione molto molto bella, a parte qualche solito imbecille che preferisce prendersela con chi avrà sì qualche colpa ma in fondo è anche vittima. La protesta deve però continuare visto che qualche risultato la sta producendo.

Buffon in tribunetta, Bettega e Secco seduti vicini e Blanc dietro le quinte. Alzato, niente poltrona per lui, distante dal Direttore Operativo arrivato troppo tardi. L’espressione di chi sa che non ha più futuro e di chi ha tragicamente rovinato il passato. Sarà solo un piccolo dettaglio, ma mi sento già meglio. Molto meglio e vedo il futuro con un po’ di ottimismo. Vai Roberto, vai!

Advertisment

Zaccheroni dovrebbe spiegare in quelle sue conferenze pacate perché mai un pubblico come quello bianconero deve rinunciare a gioire per le giocate di un talento puro come Giovinco. Qualche espertone di calcio dovrebbe giustificare il fatto che Giovinco entra in campo solo quando si hanno 18 infortuni. Vergognoso. E Giovinco nel secondo tempo timbra più palloni pericolosi di Del Piero e Trezeguet e Diego nelle precedenti quattro partite. Non è un caso se la Juve si accende quando la palla arriva al piccolo genietto. Relegato sull’esterno sinistro, quasi a voler mortificare il gioco del calcio, riesce comunque a svegliare i compagni. Ha il cambio di passo necessario per liberare gli attaccanti da alcuni movimenti laterali, così da essere pericolosi in area. Ha i piedi per poter innescare Trezeguet o Del Piero, o per saltare l’uomo e andare al tiro. Questo è Giovinco e in giro molte squadre vorrebbero il suo cartellino. Ferrara ha più volte tentato di inserirlo, ma poi è stato costretto a guardare il costo di un giocatore. Zaccheroni non si è nemmeno accorto di lui, tranne che ieri. Spero che l’infortunio di Diego sia tanto lungo da permettergli di rifiatare e trovare il giusto equilibrio e, al contempo, da permettere a Giovinco di trovare di più il campo e guadagnarsi la prossima rosa bianconera. Semmai dovesse arrivare Benitez so già che Giovinco avrebbe molte possibilità di poter giocarsela con tutti. Per quanto mi riguarda le sue assenze sono assolutamente vergognose.

Capitolo imbecilli, o quelli che la stampa chiama tifosi. Probabilmente ci meritiamo i vari Elkan e Blanc. Le parole di Zebina nel finale di gara sono semplicemente eccezionali. E’ un ragazzo che ha molto da insegnare a tutti, la testa calda in campo è solo un dettaglio. Ci mette l’anima, corre e si batte, non tira mai indietro la gamba e ha pure servito qualche assist e segnato un gol. Ma che cazzo deve fare Zebina? Si vergogni quello che ha alzato le mani, sperando che qualcuno faccia di lui una pezza, e si vergognino quegli imbecilli che continuano a fischiarlo. Evitino almeno di andare allo stadio con la sciarpa della Juve.

Commovente il gesto di Melo. Gol liberatorio, gol vittoria, buona prestazione e a mani giunte ha chiesto perdono per i suoi atteggiamenti. No, non ci meritiamo questo gruppo. Ci meritiamo Blanc e Elkan. La colpa non è loro, è solo nostra.

P.S.

Non sono da Juve. Diego, Melo e via dicendo non sono da Juve. Io sono convinto che questa Juve non sia alla loro altezza.

Advertisment