Menu Chiudi

Juventus: la punta ora serve davvero

Il Trofeo Tim di ieri ha sancito l’ufficialità di quella pecca che la Juventus si porta dietro dalla scorsa stagione, ossia la mancanza del bomber di razza. Ieri, nella prima gara contro l’Inter, Conte ha schierato come due attaccanti del 3-5-2 Matri e Quagliarella, quelli che in teoria dovrebbero fare la prima punta accanto a Vucinic. Ho seguito attentamente la gara, cioè i 45′ di entrambi, e posso dire che sono stati deludenti.

Advertisment

Advertisment

Matri è stato totalmente fuori dal gioco: si vede che, per essere innescato, ha bisogno per forza di un genio come Vucinic. Ma la sua estraneità al gioco può anche essere giustificata dalle continue voci di mercato che lo danno vicino al Milan: questo forse lo sta destabilizzando un pò. Quagliarella mi ha fatto letteralmente dannare l’anima: incredibile la quantità industriale di gol che ha sprecato. In un’occasione ha perso l’attimo giusto, e si era ritrovato solo davanti alla porta; in una seconda occasione non ha nemmeno centrato lo specchio della porta, da buona posizione. Inoltre, ha anche difficoltà nel proteggere palla. Certo, il campo era da promozione del campionato etiope: inguardabile. Ma ciò che rileva è che, con un Vucinic in forma smagliante, noi non possiamo permetterci di ripetere prestazioni come l’anno scorso: tanto gioco, pochi gol.

Il fegato non può sostenere un altro campionato così. Ora più che mai è giunto il momento di dare la svolta al mercato: serve un killer d’area, uno che mette il pallone dentro anche col sedere!!! Lasciamo stare Jovetic, concentriamoci su un Suarez, su uno che davanti alla porta ha il sangue freddo. Ci ritroviamo ora ad avere il giocatore più talentuoso del campionato, ossia Vucinic (insieme a Giovinco), ma non possiamo ripetere gli stessi errori. Matri e Quagliarella ieri hanno sprecato un grande bonus: Conte farà pressioni su Marotta, e il dg deve accontentarlo assolutamente. Perchè ora si va in Europa, e se sprechi prima o poi ti puniscono. Il Real, il Barca, il Manchester non perdonano mica!

Advertisment