Menu Chiudi

Juventus-Lazio 1-1 Imbarazzante 2.0

E’ un 2013 da incubo. Una Juve irriconoscibile che ha solo una necessità: un bomber. Perché fino in porta ci arriviamo, anche parecchio bene, grazie a un centrocampo fra i migliori al mondo nonostante l’assenza di Pirlo. Poi però finisce tutto là.

Advertisment

Se Vucinic non riesce a incidere per più di 90 minuti consecutivamente, Matri non riesce a inquadrare la porta due volte consecutivamente. A ciò si aggiunge il palo di Vidal e poi l’incapacità di buttarla dentro quando ne avremmo bisogno.

Così finisce 1-1 una partita ampiamente dominata e facilmente trasformabile in vittoria. Un 1-1 beffardo che fa contenti quelli della Lazio che ora hanno una opportunità molto importante. Basterà non prendere reti fra 7 giorni e la finale sarà loro. Una finale che rischia di essere facile, contro Roma o Inter.

Advertisment

Al di là della delusione cocente, siamo alle solite: troppa gente non è da Juve. Non ricordatemi i 18,5 milioni di Isla, no ricordatemi che qualche settimana fa c’era Asamoah sulla sinistra, non ricordatemi che lì davanti mi sono divertito da matti con Vialli, Inzaghi e Trezeguet. Ora invece sono costretto a guardare Isla che è solo la bruttissima copia di quella ammirata a Udine e sono costretto a sperare che Conte faccia il cambio il più presto possibile a sinistra (nonostante il gol, Peluso sembrava giocare più per la Lazio che per la Juve) e certo non avevo in mente De Ceglie (che ne combina un’altra: come marcava Mauri?). E poi ci credo che l’Udinese è felice di fare affari con noi: gli affari sono soprattutto loro.

Questa squadra ha potenzialità incredibili, perfino superiori a quelle di Capello e di Lippi perché ritengo Conte anche più preparato. La domanda che mi faccio è quindi questa: cosa farebbe Conte se avesse a disposizione Cristiano Ronaldo, Rooney, Walcott, Bale? E pensare che basterebbe anche un semplice Drogba.

P.S.

Per le note positive scriveremo un articolo a parte.

Advertisment